Violenza al Pride di Buenos Aires: uomo picchiato con una mazza da hockey

Nella capitale argentina casi di omotransfobia in aumento.

Commozione cerebrale per un uomo colpito alla testa con una mazza da hockey durante il Pride di Buenos Aires.

L’episodio risale a sabato 18 novembre, ma solo nelle ultime ore sono emersi ulteriori dettagli: Juan Victor Gonzàlez, 33 anni, stava partecipando al Buenos Aires Pride in Argentina quando tre uomini sono usciti da una casa occupata abusivamente. Uno di loro si è scagliato contro Juan Victor e lo ha ripetutamente picchiato: la vittima si è poi risvegliata in ospedale con una commozione cerebrale e sette punti di sutura.

Diego L., un testimone della scena, ha raccontato a Agencia Presentes: “Non appena hanno visto me che stavo scattando delle fotografie, hanno cercato di raggiungermi e riservarmi lo stesso trattamento”. I tre uomini sono stati poi circondati da una trentina di manifestanti che hanno scattato fotografie per consegnarle in un secondo momento alla polizia.

Uno dei tre è già stato arrestato: ha 24 anni, ma la sua identità non è stata rivelata al pubblico.

Questo, purtroppo, è solo l’ultimo di una lunga serie di episodi di omo-transfobia registrati nella capitale argentina. Nel solo 2016 sono state 56 le denunce di violenze, 72 per violazione di diritti. Si tratta di più del doppio di casi rispetto al 2015.

Brasile, boom per il primo Pride senza sovvenzioni pubbliche

Ti suggeriamo anche  Faenza, liceali al primo giorno di scuola: "Il Torricelli rifiuta l'omofobia"