Pride: gay e minatori di nuovo insieme, 30 anni dopo

La loro storia è raccontata nel film uscito nel 2014. Adesso si incontreranno di nuovo.

Jessica Gunning (a sinistra) nei panni di Siân James nel film Pride

Jessica Gunning (a sinistra) nei panni di Siân James nel film Pride

I minatori del Galles e il gruppo di attivisti gay che hanno ispirato il film Pride, si incontreranno di nuovo fra meno di due settimane. Per celebrare il trentennale della fine dello sciopero dei minatori contro le politiche di Margaret Tatcher, il “Neath, Dulais and Swansea Valley Miners’ Support Group” e il gruppo ” Lesbian and Gays Support the Miners” si ritroveranno il 14 marzo prossimo all’Onllwyn Miners’ Welfare Hall. A volere l’incontro è stata la deputata laburista Siân James, eletta nel collegio di Swansea East e interpretata nell’ormai celebre film da Jessica Gunning. “La serata sarà un’occasione per rimettere insieme chi ci ha supportati durante lo sciopero del 1984-1985 – ha dichiarato la deputata alla BBC Radio Wales – e celebrare la solidarietà e le conquiste del gruppo di supporto in questo periodo della nostra storia locale”.

La deputata laburista Siân James

La deputata laburista Siân James

Tra il 1984 e il 1985 i minatori del Galles protestarono con un lungo sciopero contro le politiche economiche dell’allora premier Margaret Thatcher e un gruppo di gay e lesbiche decise di solidarizzare con i minatori raccogliendo fondi per sostenerli durante lo sciopero e partecipando alle loro iniziative. A questa storia di supporto reciproco (i minatori parteciparono poi ai Pride, accanto alla comunità lgbt e spinsero per l’introduzione dell’uguaglianza e la lotta alle discriminazioni tra i principi del partito laburista) si basa il pluripremiato film Pride, uscito nelle sale alla fine del 2014. Qui potete vedere i primi minuti del film , nel caso ve lo foste perso.

Ti suggeriamo anche  Pulse, vedova del terrorista della strage di Orlando dichiarata 'non colpevole'