Voleva fare una strage al Pride, nazista bisex è stato condannato per terrorismo

Ethan Stables, giovane di estrema destra, è stato riconosciuto colpevole dalla giustizia britannica.

Nonostante la sentenza del giudice, il ventenne nazista ha negato di voler compiere un attentato contro la comunità LGBT.

Aveva comprato un machete e ad aveva le sue intenzioni ad un gruppo nazista su Facebook. Sono stati questi i passi falsi che hanno portato alla condanna di Ethan Stables, il giovane inglese di estrema destra, che ha minacciato di ‘uccidere ognuno di quei gay bastardi’.

Stables era stato denunciato da uno dei membri del gruppo Facebook e arrestato dalle forze dell’ordine britanniche lo scorso giugno, dopo che aveva compiuto un sopralluogo nei giorni precedenti un evento collegato alle manifestazioni dell’orgoglio LGBT che si sarebbe tenuto a Barrow, nel nord dell’Inghilterra.

Una volta che il caso è arrivato in tribunale il giovane neonazista ha inaspettatamente dichiarato la propria bisessualità, un segreto di cui si sarebbe vergognato profondamente, e ha proseguito dicendo che le sue parole su un’azione violenta nei confronti della comunità LGBT ‘era solo per impressionare gli amici’. Il giudice ha comunque deciso per la condanna, incriminandolo per terrorismo.

Ti suggeriamo anche  Gus Kenworthy, primo sportivo ad aprire un Pride