“Il principe William vuole disertare il premio LGBT”: voci di corridoio sollevano la polemica

di

Le indiscrezioni dicono che il principe William potrebbe rifiutarsi di partecipare ai British LGBT Awards che avrà luogo a Londra il prossimo 12 maggio.

CONDIVIDI
55 Condivisioni Facebook 55 Twitter Google WhatsApp
7618 1

Il principe William potrebbe rifiutarsi di partecipare al British LGBT Awards che avrà luogo a Londra il prossimo 12 maggio.

Il rumors secondo cui l’erede al trono d’Inghilterra non vorrebbe partecipare ad uno degli eventi LGBT più importanti del Regno Unito sta facendo discutere: William infatti è stato nominato nella categoria Straight Ally, premio rivolto ai personaggi pubblici che si sono impegnati a sostenere i diritti di gay, lesbiche, bisessuali e trans. A fargli compagnia ci sono anche Anna Hathaway, Annie Lennox, J.K. Rowling, Patrick Steward e Emma Watson, tutti nominati per aggiudicarsi il premio LGBT.

Il dubbio sulla partecipazione di William sta sollevando non poche polemiche visto l’impegno continuo del principe nei confronti della comunità LGBT inglese e non solo. Dopotutto il principe William è stato il primo membro della famiglia reale britannica ad apparire sulla copertina di Attitudeperiodico di cultura LGBT inglese: all’interno della rivista era presenta un’intervista al principe sul tema delle discriminazioni verso la comunità LGBT.

L’evento è molto sentito in Gran Bretagna e una fonte vicina alla coppia reale rivela: “William ha sorpreso in modo positivo la comunità LGBT diventando una icona del movimento, dopo aver parlato in modo sentito contro il bullismo omofobico. Il sostegno di William potrebbe essere premiato con il Straight Ally e gli organizzatori stanno facendo di tutto per per assicurare la presenza del principe all’evento”.

La storica copertina di Attitude: è il primo reale inglese a comparire su una rivista gay

A quanto pare però William non sarebbe poi così contento di partecipare visto che, da Kensington Palace, si stanno spargendo voci secondo cui il marito di Kate non sarà presente alla cerimonia. La notizia ha indignato il movimento LGBT, che vede la possibile non partecipazione di Will alla cerimonia come uno smacco.

La fondatrice del premio Sarah Garrett ha dichiarato: “Il  British LGBT Award va a persone capaci di ispirare gli altri spendendosi per promuovere e valorizzare i diritti LGBT in tutto il mondo. Tutti i candidati sono assolutamente meritevoli del loro posto nella rosa dei candidati, ma sarà il pubblico a scegliere i vincitori in vista della cerimonia che si terrà a Londra il 12 maggio prossimo”. 

Se il principe William disertasse la cerimonia per poi aggiudicarsi il premio sarebbe una figuraccia non da poco per tutta la Royal Family.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...