Quale notissima omofoba ha un figlio gay? Il web si interroga

di

Torna alla ribalta sui social un pettegolezzo estivo... chi sarà mai la mamma del ragazzo?

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
9440 0

“E’ giovane, bello e ricco. Ha poco più di 20 anni e i suoi due famosi genitori lo hanno spedito lontano da Milano per gli studi. Lui nella città in cui vive non nasconde le sue inclinazioni. Frequenta un prestante coetaneo e fa le ore piccole nelle famose birrerie del centro. Ah, se il papà, imprenditore machista e la “velenosa” e omofoba mammina sapessero..”. Erano poche le righe che Dagospia , nel giugno scorso, dedicava a questo gustoso pettegolezzo: quale “omofoba mammina” ed un “imprenditore machista” hanno un figlio omosessuale, “confinato” a Milano per studiare?

Non ne sappiamo ancora le ragioni, ma oggi le bacheche di Facebook di alcuni gay italiani sono intasate da un post di un ragazzo romano, Lucio, che senza mezzi termini pubblica la foto del ragazzo insieme alla sua “mammina” mentre passeggiano mano nella mano. E conferma la tesi, aggiungendo che “durante una luculliana cena a casa di mammà ha presentato il suo efebico fidanzatino agli astanti spacciandolo per migliore amico. […]. È la legge del contrappasso.”

I commenti al post si fanno interessanti e succulenti. Tra questi un altro ragazzo scrive: “Cmq un tipo che avevo incontrato una volta (che mi disse di conoscerla perché lavorava nell’ambiente della moda …con beneficio di inventario beninteso ,perché potrebbe anche essersi inventato tutto ) mi disse che lei è piena di amici gay che invita in casa ecc. Poi per la tv e la politica recita la parte che si è assegnata …mah ”

Non mancano le critiche: “Perchè questo sputtanamento pubblico? perchè bisogna mettere in piazza i fatti personali di un ragazzo di 20 anni? solo perchè è figlio di? solo perchè è ricco? Quando si chiede rispetto bisogna per prima cosa dare rispetto al prossimo.” E’ lo stesso Lucio, l’autore del post, a rispondere: “È figlio di un personaggio pubblico, se ci tiene tanto alla sua privacy può sempre vivere la sua vita privata in modo discreto. Specialmente se ha una madre omofoba. Ci sono persone che il coming out non possono farlo sul luogo di lavoro perché verrebbero licenziate, anche grazie alle prese di posizione omofobe della […]. Quindi questo moralismo con me non attacca”.

Noi di Gay.it abbiamo, dopo una breve discussione, deciso di non pubblicare la loro foto nè di mettere diretti riferimenti al ragazzo ed a sua madre. In realtà concordiamo con Lucio: per quanto possiamo comprendere le difficoltà che il ragazzo si trova e si troverà ad affrontare, se la notizia fosse confermata la mamma si meriterebbe ampiamente un outing in piena regola. Crediamo però sia questione di tempo: la notizia, infatti, prenderà sicuramente corpo nei prossimi giorni se non nelle prossime ore.

Leggi   Utente di un gioco online vittima di omofobia: responsabili dell'attacco bannati a vita
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...