Quattro anni di Zapatero

di

I quattro di governo Zapatero sono stati molto intensi: il paese iberico si è trasformato e modernizzato dal punto di vista sociale e dei diritti civili e sociali....

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1501 0

14 marzo 2004 – Dopo un attentato di matrice islamica i socialisti vincono le elezioni, contro tutte le previsioni. Il Governo di Zapatero è formato per il 50% da donne. Vicepresidente del consiglio, per la prima volta, è una donna, Maria Teresa Fernadez de la Vega.

18 aprile 2004 – Il premier socialista José Luis Zapatero annuncia il ritiro delle truppe spagnole dal’Iraq.

17 settembre 2004 – Il governo approva la legge sul "divorzio express". Si divorzia più facilmente e più velocemente. Si aprono le prime tensioni con la Chiesa.

30 giugno 2005 – Il governo autorizza il matrimonio gay. Nuove proteste della Chiesa e della conferenza episcopale spagnola. Manifestazioni in tutto il paese. In prima fila numerosi vescovi.

20 febbraio 2007 – La religione cattolica è eliminata dagli insegnamenti obbligatori della scuola pubblica. Gli studenti non devono più seguire l’insegnamento di religione se non vogliono.

1 marzo 2007 – il Parlamento approva la legge che permette ai transessuali di cambiare il genere e il nome sui documenti anagrafici senza doversi prima sottoporre a un intervento chirurgico.

28 marzo 2007 – La "ley de Igualdad" propone un nuovo patto tra uomini e donne, introduce la partecipazione “bilanciata” in tutti i momenti della vita politica, economia e sociale, nella famiglia.

16 settembre 2007 – Misura contro l’anoressia e il modello imposto dal mondo della moda. Quasi 10.500 spagnole tra i 12 e i 70 anni si sottopongono allo studio antropometrico. Lo scopo è arrivare alla morfologia più diffusa del fisico femminile nazionale e mettere un po’ d’ordine nell’anarchia delle taglie. I produttori di moda dovranno attenersi alle taglie unificate per legge.

31 ottobre 2007 – il Parlamento approva la legge sulla memoria storica, che condanna il colpo di Stato del 1936 e la successiva dittatura del generale Francisco Franco, i cui simboli verranno eliminati dagli edifici statali (ma non quelli all’interno delle chiese). Indennizzo alle vittime gay del franchismo.

30 dicembre 2007 – Family day in salsa spagnola. Decine di migliaia di persone partecipano alla manifestazione promossa a Madrid dalla Chiesa contro le leggi sul divorzio e i matrimoni omosessuali. Benedetto XVI manda i suoi saluti.

 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...