Rachel si è lanciata nell’Hudson: un’altra giovane trans suicida

di

Diventata popolare come programmatrice di videogiochi, era bersaglio di messaggi di odio

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4842 0

Aveva solo 23 anni, ma era una sviluppatrice di video giochi popolare e affermata. Rachel Bryk, però, ha deciso di suicidarsi lanciandosi dal George Washington Bridge, un ponte di New York, stanca ed esasperata dalle continue vessazioni che riceveva per il suo essere una transgender. Rachel ha detto basta lo scorso 23 aprile dopo che per giorni aveva parlato di questa possibilità su Ask.fm a seguito di pesanti messaggi che alcuni utenti del web le avevano inviato.

Come riporta il Daily Mail , negli ultimi due anni Rachel si era affermata come sviluppatrice di software nel progetto Dolphin, ma la popolarità dovuta alle sue capacità non era servita a impedire che fosse vittima di offese e insulti, oltre che di espliciti inviti al suicidio.

Perfino quando aveva accennato alla volontà di togliersi la vita su un forum chiamato 4chan, alcuni utenti le avevano risposto: “Fallo, se sei così debole”.

La transfobia non era l’unico problema di Rachel che da tempo soffriva di artrite reumatoide, una malattia invalidante che procura dolori molto forti.

La notizia del suicidio l’ha data lei stessa con un tweet programmato sul suo profilo in cui ha scritto: “Penso di essere morta. Mi sono uccisa. Scusate”.

suicidio_rachel

Nemmeno alla notizia del suicidio, i suoi vessatori si sono placati. Alcune delle risposte al tweet apparso alla mezzanotte di venerdì riportavano frasi come “piagnucoloso frocio fottuto e ogni trans morto è una liberazione”.

Il corpo di Rachel non è ancora stato ritrovato., ma un testimone ha raccontato di aver visto una giovane donna lasciare la propria borsa e gettarsi nell’Hudson dal Washington Bridge. I funerali, riferisce il Mail, si terranno quando sarà possibile avere il cadavere della ragazza.

Leggi   Test della settimana: sei un omofobo dentro?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...