Raid punitivo: lo picchiano in cinque

di

Succede a Bari. La vittima, un ragazzo di 20 anni, è stato picchiato violentemente e adesso è in ospedale per le ferite riportate. Arcigay: approvare subito la legge...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1343 0

Un ragazzo di 20 anni è stato picchiato con violenza da un gruppo di cinque persone perché gay. La notizia è stata pubblicata oggi dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

L’episodio – sul quale indagano i carabinieri – è avvenuto in viale Unità d’Italia, a Bari. I cinque, secondo quanto riferisce il quotidiano, hanno chiamato per nome la vittima e prima di prenderlo a calci e a pugni, lo hanno accusato di essere un omosessuale. Poche le persone che erano in strada in quel momento e che comunque non sono intervenute. Il ragazzo ha riportato contusioni varie ed una leggera infrazione all’omero che potrebbe pregiudicare la sua attività di musicista.

«Questo ulteriore episodio conferma ciò che stiamo sostenendo in questi mesi e cioè che esiste un clima d’odio, di cui sono responsabili le destre e la gerarchia cattolica, che sta colpendo fisicamente le persone omosessuali». Lo ha detto Aurelio Mancuso, presidente dell’ Arcigay. «L’unica vera risposta che ci attendiamo – ha sottolineato Mancuso – è l’approvazione immediata, per decreto, delle norme contro l’omofobia».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...