Ratzinger va in Austria. Gay protestano

Visita ufficiale di Ratzinger in Austria proprio quando è forte il dibattito sulle Unioni Civili. Le associazioni gay non ci stanno e pubblicano un manifesto con scritto Attenti al Papa.

Le associazioni gay austriache affilano le armi in occasione della visita per oggi di papa Benedetto XVI. La paura è quella che il pontefice si intrometta nel dibattito sulle unioni civili che pè in corso in Austria.

L’arma del movimento gay è l’irriverenza espressa con manifesto sul quale si vede la silouette del papa e lo slogan ‘Cave Benedictum’ (attenti a Bendetto), che riprende il latino ‘Cave canem’ (attenti al cane).

Il manifesto sarà affisso in vari locali della capitale austriaca.

Secondo un sondaggio pubblicato sul settimanale News, il 40% degli austriaci intende "ignorare" totalmente la visita del papa.

Ti suggeriamo anche  L'Austria emette il primo documento con il genere X
Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni