Regione Toscana: reversibilità ai conviventi

I conviventi, anche gay, degli eletti al Consiglio Regionale della Toscana, potranno usufruire della reversibilità della pensione. Lo stabilisce una norma approvata con la sola opposizione dell’Udc.

L’unico ad opporsi a questo provvedimento era Marco Carraresi, capogruppo dell’UDC in consiglio regionale. Ma la sua posizione non è stata sufficiente a bloccare la norma che garantisce la pensione di reversibilità anche ai conviventi, etero od omosessualiche siano, degli eletti in consiglio regionale. L’unico "vincolo", se così si può dire, è che la convivenza deve essere in corso da almeno tre anni.