Reindirizza il sito aziendale verso porno gay: denunciato

Un impiegato di bolzano è riuscito a forzare la password di accesso alle pagine web di una ditta di Merano reindirizzandole verso un sito porno omosessuale. Ora rischia un anno di reclusione

Un impiegato di Bolzano è stato denunciato dai Carabinieri della Compagnia di Merano per accesso abusivo ad un sistema informatico: era riuscito, violando le chiavi d’accesso del sito internet di una azienda meranese, a creare sullo stesso un redirect (re-indirizzamento) su un famoso sito pornografico omosessuale.

Sono stati i clienti, visitatori del sito aziendale, ad avvertire il titolare della ditta che si è rivolto ai Carabinieri. 

Dopo circa un mese di screaning IP ed accertamenti presso vari server, i Carabinieri del N.o.r. sono riusciti a risalire a chi aveva materialmente modificato la configurazione del sito e quindi hanno effettuato una perquisizione nella sua abitazione, sequestrando il Pc portatile dell’indagato. Dopo una rapida analisi del computer – dice un nota dell’Arma – ‘si è riusciti a stabilire con certezza le responsabilità dell’impiegato, che ora rischia una pena di almeno un anno di reclusione’.