Repubblica Ceca, il 75% dei cittadini favorevole al matrimonio egualitario

Attualmente sono previste solo le unioni civili, introdotte nel 2006.

Nel Paese dell’Est Europa cresce la pressione dell’opinione pubblica per introdurre il matrimonio egualitario.

La Repubblica Ceca potrebbe diventare il primo paese dell’ex blocco sovietico a riconoscere il matrimonio egualitario. Secondo un sondaggio del Prague Daily Monitor, il 75% dei cittadini cechi è a favore delle nozze per le coppie dello stesso sesso.

Il dato è in aumento e in particolare vede schierate a favore del sì le donne e i giovani più istruiti. Se la Repubblica Ceca dovesse davvero arrivare a una legge in tal senso, sarebbe il tredicesimo stato dell’Unione Europea ad adottare il same-sex marriage. 

Sarebbe inoltre il primo paese a spezzare i due fronti sui diritti LGBT che convivono nell’UE, che vede l‘Europa Occidentale ormai approdata in blocco al matrimonio, con la vergognosa eccezione dell’Italia, e l’Europa Orientale su posizioni per lo più contrarie e discriminatore, solo talvolta mitigate da forme variabili di riconoscimento.

I Cechi si sono pronunciati anche verso le adozioni per le coppie omosessuali, pur con minore sostegno: il 61% degli intervistati si è espresso a favore. Con una certa contraddittorietà la rilevazione del quotidiano ceco riporta anche come al contempo un terzo dei cittadini ritenga l’omosessualità “una tendenza di moda“, nonché un segno di decadenza della morale pubblica.

 

 

Ti suggeriamo anche  L'Australia piange la prima coppia LGBT ad essersi sposata: è morta una delle due donne