Rimini, scritte omofobe su una vetrina e coppia gay perseguitata a pochi giorni dal Pride

Ancora omofobia a Rimini, sabato in piazza per l’atteso pride cittadino. Coppia gay perseguitata e insulti sulle vetrine di un love shop.

Sabato si terrà l’atteso Rimini Pride, con la città nuovamente travolta dall’omofobia. Una donna ha denunciato sui social quanto trovato sulle vetrine del proprio love shop’, a Miramare di Rimini, imbrattate di insulti perché interamente dedicate alla manifestazione di sabato pomeriggio.

Rimini anno 2019….forse! Mi presento brevemente per chi non mi conosce perchè metterò questo post non solo sulla mia bacheca.
Mi chiamo Viviana e ho un negozio che definiamo Love Shop (Sexy Shop moderno) a Rimini. Come tutti gli anni anche adesso nel mese di luglio abbiamo dedicato la vetrina al GAY PRIDE, una scelta più ideologica che commerciale. Questa mattina ho avuto una amara sorpresa: trovare le vetrine del negozio imbrattate da scritte OMOFOBE.
Ora io non so se è stato un ragazzino che voleva fare una bravata o un attivista anti gay convinto.
Ad ogni modo la interpreto come un rumorosissimo campanello di allarme per i tempi in cui stiamo vivendo.
E una ottima risposta a chi chiede che bisogno ci sia di fare il Gay Pride. Il bisogno è questo. Le foto parlano da sole. Io lo trovo un fatto gravissimo, non tanto per l’imbrattamento in se ma per la valenza ideologica. Ci vediamo sabato al Rimini Summer Pride, di cui siamo anche fieri sostenitori.

Sulle vetrine si possono leggere scritte come “fro*i”, “porc*”, “froc* maiali”. Ma non è tutto. Come riportato dal Corriere Romagna, un altro caso di omofobia ha agitato Rimini-

Ti suggeriamo anche  Minacciate perché lesbiche, M5S: "Regione si costituisca parte civile"

Offese dalla finestra e dal balcone ogni volta che escono di casa, “FR**” “FR**TTO CORRI CHE FAI TARDI“, da parte del vicino. Continui sguardi indiscreti lanciati dalle finestre, intimidazioni anche di fronte a minorenni. Una vergognosa guerra psicologica senza quartiere, ininterrotta, metodica, ai danni di una giovane coppia omosessuale di Rimini che vuole solo vivere serenamente la propria vita e i propri affetti. Costretti a vivere con le finestre chiuse, costretti a ignorare le offese che risuonano per tutto il vicinato mettendoli al centro del mirino di una insensata e imperterrita raffica di infamie. Dopo un anno di sopportazione, grazie all’avvocato Christian Guidi del Foro di Rimini e ad Arcigay Rimini, i due ragazzi hanno presentato querela per stalking aggravato e omofobia con un ricco corredo di prove video.

Questo di oggi è un altro segno del clima irrespirabile che sta ammorbando l’aria perfino di una città come Rimini che è sempre stata all’insegna dell’accoglienza e del rispetto. Dai commenti omofobi come “Ai fr** tiravamo i sassi” fatti subito dopo il Sumer Pride 2018 su Facebook da parte di un noto avvocato, all’aggressione al giovane che si baciava col suo compagno durante la “Notte rosa”, alle vetrine imbrattate del “Vizia”, passando per i e le giovani LGBT che sono stati buttati fuori di casa dalle famiglie e che ovviamente non sono stati fonte di notizia a tutela delle vittime. Quanti casi ancora dovranno verificarsi prima che certa gente si renda conto del male che con la loro complicità si sta spandendo nella società?

Parole di Marco Tonti, Presidente Arcigay Rimini, che ha poi concluso: “Impossibile non vedere il filo rosso che collega questi episodi, impossibile non vedere che ci sono persone prese di mira solo perché LGBT, impossibile non vedere che questi attacchi sono contro le rivendicazioni e la visibilità che le persone LGBT e alleate portano avanti con sempre maggiore energia e convinzione. Gli attacchi feriscono le persone, ma sono fatti per colpire ognuno di noi nelle nostre aspirazioni di vita, di serenità, di visibilità e di diritti. Non arretreremo neanche di un millimetro, anzi marceremo al Rimini Summer Pride del prossimo 27 luglio con ancora più convinzione”.

1 commento su “Rimini, scritte omofobe su una vetrina e coppia gay perseguitata a pochi giorni dal Pride

  1. Però i gay sono persone intelligenti e lungimiranti! Pensavano che chi ha fatto le unioni civili era sporco e cattivo e , da furbacchioni che hanno capito tutto del mondo, hanno deciso di votare chi prometteva un cielo stellato oppure chi prometteva il posto in prima fila. Che è successo? Che invece del cielo stellato ai gay piove merda addosso ogni santo giorno ed invece del posto in prima fila i gay hanno ottenuto il posto in fondo alla fila, proprio accanto ai migranti.
    Come sono furbi questi gay, loro sì che avevano capito tutto del mondo, li dovevate sentire, persone che non sanno manco cos’è la base monetaria che parlavano di banche di qua, di finanza di là, scandalo di sopra e scandalo di sotto, loro sì che avevano capito tutto, non come me e quei gay fessi che avevamo detto: non vi fidate! premiate chi ha fatto le unioni civili, certo non sono perfetti, neppure lontanamente, ma una buona parte di quello che c’è su internet, in tv e sui giornali contro chi ha fatto le unioni civili è macchina del fango orchestrata da intransigentismo cristiano, dai fascisti e dai russi.
    Ma no !! loro erano furbi, loro avevano capito tutto, loro erano INFORMATI, perchè c’era il video su youtube che spiegava tutto, c’era il giornalista Tizio che aveva sbugiardato i cattivoni che avevano fatto le unioni civili, loro non erano come me, che non mi informavo, anche se io cos’è la base monetaria lo so!
    Eravamo noi in torto, che come degli stupidi non ci fidavamo delle stelline che non hanno votato le unioni civili e che dunque non avevano voluto essere percepiti come quelli che stanno dalla parte dei gay, eravamo noi che in quanto stupidi non ci fidavamo del :prima gli italiani ! e che pensavamo che Salvini avrebbe cominciato a mettere sempre più persone in fondo alla fila ed i primi a finire in fondo alla fila sarebbero stati i gay.
    Ma che sorpresa! Beh ora , cari amici gay che sapevate tutto, di finanza, di banche, che parlavate di Europa di qua e di scandali di là, beh ora godetevi il cielo che vi piove addosso merda ogni santo giorno invece che il cielo stellato promesso, ora godetevi l’ultimo posto insieme ai migranti invece che il posto in prima fila!
    Mai e poi mai un partito dovrebbe fare qualcosa per i gay in Italia, non se lo meritano, perchè non solo perdi i voti degli omofobi ma perdi pure i voti dei gay che si fanno abbindolare dalla macchina del fango organizzata dagli omofobi ed infatti alla fine i gay votano insieme agli omofobi, contro chi ha fatto le unioni civili, e poi, gli omofobi, ottenuto il potere, anche grazie al voto dei gay, fanno fuori i gay.
    L’avete visto che è successo con Bibbiano? il pd è il partito dell ‘ideologia gender e l’ideologia gender è la base dei fatti di Bibbiano.
    Solo una cosa vi devo dire. Siete cretini e meritate di fare la fine che vi stanno facendo fare, cioè farvi passare per depravati pericolosi per i bambini! E la storia non è ancora finita, questo è solo l’inizio, per ora qualche pugno e qualche scritta, ed un pò di fango, da Bibbiano a Platinette! Vedrete se non vi date una mossa che fine che farete!

Lascia un commento