Ecco i risultati dei candidati LGBTQI alle comunali

Risultati positivi a Bologna e Milano, un po’ meno a Roma. L’elenco e i rispettivi voti dei candidati LGBTQI in alcune città italiane.

Mancano pochi giorni al ballottaggio per le elezioni comunali: il 19 giugno in moltissime paesi e città si torna a votare. In attesa di domenica, riportiamo e analizziamo i risultati ottenuti al primo turno dai candidati LGBTQI dei vari partiti a Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna: mai come in questa occasione di voto i rappresentanti della nostra comunità sono stati così numerosi.

MILANO

PD: Rosaria Iardino (440, non eletta),
Angelo Turco (680, al momento non eletto, potrebbe avere possibilità con la vincita di Sala al ballottaggio),

RADICALI: Yuri Guaiana (44),
Claudio Barazzetta (31),
Andrea Bullo (91),
Veronica detta Alessandro Comeni (9),
Gian Mario Felicetti (6),
Tiziana Garlato (20),
Claudio Uberti (7),

Francesco Poirè (13).


MILANO IN COMUNE: Anita Sonego (1395, la più votata in assoluto a Milano).


SINISTRA x MILANO: Luca Paladini (686, non eletto),
Monica Romano (243, non eletta),

Marco Marmaz Mazzei (956, non eletto).


MOVIMENTO 5 STELLE: Tiziano Creola (47),
Cosimo Trenta (73),
Pierluigi Riccitelli (55).


MUNICIPIO 2
PD: Davide Bassani (142, non eletto).


RADICALI: Yuri Guaiana (1123, come candidato presidente al Municipio, non eletto), Antonia Monopoli (10), Dario De Gennaro (1), Luca Piva (12), Luca Maggioni (-), Nicola Gherardo Ludwig (6), Arialdo Piatti (1), Massimo Franceschelli (3), AliceLorenzo Catone Potter d’Adda (-), Giorgio Lorenzo Codibue (-), Vincenzo Cucco (-), Claudio Uberti (6).


MUNICIPIO 3
PD: Filippo Andrea Rossi (302, eletto),


SINISTRA x MILANO: Gabriele Antonio Mariani (436, eletto),
Aurelio La Bella (97).


RADICALI: Luca Piva (10).


MUNICIPIO 4
SINISTRA x MILANO:Alessandro Rizzo (36).


RADICALI: Claudio Barazzetta (5).


MUNICIPIO 5
PD: Michele Albiani (113).


RADICALI: Nicola Gherardo Ludwig (1), Francesco Poirè (6).


MUNICIPIO 6
RADICALI: Tiziana Garlato (1205 come presidente, non eletta), Veronica detta Alessandro Comeni (9).


MUNICIPIO 7
RADICALI: Carlo Daniel Cargnel (3).


MUNICIPIO 8
RADICALI: Claudio Barazzetta (4).


***

ROMA


SINISTRA x ROMA:Andrea Maccarrone (178).  
 
RADICALI: Leonardo Monaco (76),
Massimo Farinella (227),
Davide Ambrosini (34).
 
MUNICIPIO ROMA I CENTRO
SINISTRA x ROMA:Mauro Cioffari (-).
PD:Anna Paola Concia (2282).
 
MUNICIPIO II
RADICALI: Dario De Gregorio (-).
 
MUNICIPIO V
RADICALI: Massimo Farinella, Davide Ambrosini, Matteo Mainardi (-).
 
MUNICIPIO IX
RADICALI: Matteo Mainardi (-).
 
MUNICIPIO XI
RADICALI: Dario De Gregorio (-).
 
 MUNICIPIO XII
RADICALI: Leonardo Monaco (-).

***

TORINO

 

PD: Chiara Foglietta (1503),

PROGETTO TORINO: Robertto Ceschina (205).

CIRCOSCRIZIONE 1

PD: Eleonora Averna (164).

CIRCOSCRIZIONE 2

TORINO IN COMUNE: Massimo Battaglio (77).

CIRCOSCRIZIONE 4

TORINO IN COMUNE: Alice Arduino (110).

CIRCOSCRIZIONE 8

TORINO IN COMUNE: Gianluca Voglino (230).

PD: Isa Crivellari (60).

***


NAPOLI


DeMa:Antonello Anteo Sannino (337), Giuseppina Ladelfa  (230).
 
MUNICIPIO
DeMa: Claudio Finelli (142 Municipio 1 – Municipio 5), Isabella Forte, Fabio Buondonno, Giorgia Di Lorenzo, Luigi Carbone, Daniela Lourdes Falanga, Ettore Manera, Rosa Rubino, Antonella Capone, Ferdinando Notarnicola, Siro Nespola (-).
 
***

BOLOGNA

PD:Roberta Li Calzi (753).

MOVIMENTO 5 STELLE:Andrea Paci (120),
Roberto Ledda (45),
Francesco D’Angelo (18),
Francesca Brugi (103).

MUNICIPIO
COALIZIONE CIVICA: Aura Cadeddu (-).


Analisi


BOLOGNA si conferma la città più favorevole: lo 0,81% dei votanti ha espresso una preferenza per un candidato LGBTQI. In termini relativi, quest’anno la candidata che ha avuto più successo nella città è Roberta Li Calzi, del PD (0,42%).

Ti suggeriamo anche  Gay Center, appello a 5 sindaci: "Stop al Bus della Libertà e ai manifesti anti-trans"

MILANO aveva schierato ben 17 candidati LGBTQI, quasi il doppio rispetto ai 9 che si erano presentati nel 2011. E questo aumento si è sentito anche nei risultati: i votanti che hanno espresso preferenze arcobaleno sono cresciuti dallo 0,24 del 2011 allo 0,76%. Più della metà di queste preferenze sono state raccolte da due soli candidati: Marco Mazzei di Sinistra x Milano e soprattutto Anita Sonego della lista di sinistra radicale Milano in Comune. Sonego, con le sue 1414 preferenze (pari allo 0,26% dei votanti) è l’esponente del movimento più votata in termini assoluti.

TORINO ha fatto grandissimi passi avanti (0,43%) grazie al risultato di Chiara Foglietta del Partito Democratico (0,38%). Se si pensa che nel 2011 le preferenze per candidati LGBTQI erano state meno dello 0,01%, il progresso è stato davvero notevole.

Anche NAPOLI si piazza piuttosto bene: lo 0,13% dei votanti ha espresso una preferenza per la lista LGBTQI DeMa (di cui non disponiamo dei dati dei singoli candidati).

1 commento su “Ecco i risultati dei candidati LGBTQI alle comunali

  1. Ma una parola sul presidente Arcigay Marco Giusta di Torino candidato assessore con la candidata 5S Chiara Appendino la vogliamo sprecare o no? E vogliamo anche dire che nelle liste di Fassino, precisamente nei “Moderati per Fassino”, con il record di oltre 2000 preferenze e un serio rischio di trovarselo a governare la città, ci sta tale Silvio Magliano, ex-forzista e SENTINELLA IN PIEDI?
    Volete fare gli interessi della comunità, per una buona volta, o continuate nella sciagurata politica “Il PD è bello, viva il PD, dagli ai 5S”?
    Ripeto; Appendino = assessorato a presidente Arcigay, Fassino = consigliere sentinella in piedi.

Lascia un commento