Roma: Giuliano Ferrara rinuncia alla sindacatura

di

Con una lettera inviata a Fini e Alemanno, il direttore de 'Il Foglio' ha dichiarato di non accettare la candidatura. Al suo posto potrebbe presentarsi la giovanissima Giorgia...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
992 0

"Cari amici, dal momento che siete orientati a non collaborare con la mia lista per la vita e contro l’aborto, vi prego di prendere nota della mia indisponibilità ad accogliere la vostra offerta di candidarmi a sindaco di Roma. Con i migliori e più cordiali saluti, e con gli auguri per una buona e serena campagna elettorale". Con queste parole, scritte in una lettera a Gianfranco Fini e Gianni Alemanno, Giuliano Ferrara si ritira dalla corsa per il ruolo di primo cittadino di Roma

A contendersi la poltorna in nome e per conto del centrodestra sarebbe stata chiamata Giorgia Meloni, romana, 31 anni di Alleanza Nazionale, la più giovane vicepresidente della Camera della storia dell’Italia repubblicana. Una candidatura un po’ azzardata, dato il livello della competizione e la giovane età della Meloni che ha dichiarato: "Mi lusinga, è una cosa che mi fa onore, ma non sono stata ancora contattata e bisogna vedere che cosa ne penso io. E’ chiaro che prima dovrò parlarne con Fini".

Intanto, il direttore de ‘Il Foglio’ continua a lavorare per una lista che invece correrà alle prossime elezioni politiche. "Ho il piacere di presentare alle agenzie di stampa la prima lista approntata per le elezioni politiche 2008. E’ quella per il Senato, a Roma e nel Lazio. Il contrassegno della lista reca ‘Per la moratoria – Aborto? No, grazie – Con Giuliano Ferrara’. I primi sette candidati sono Paola Marozzi Bonzi, Olimpia Tarzia, Matilde Leonardi, Ilaria Occhini, Luigi Amicone, Guido Guastalla, Claudio Risè, Andrea Marcenaro" e, naturalmente, lo stesso Giuliano Ferrara.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...