Roma: Papa a Montecitorio, il “NO” dei gay

Sit-in gay anti-Papa in Piazza Navona

ROMA – Mentre il Papa oggi era a Montecitorio, a piazza Navona il movimento gay “Gruppo di Lavoro www.gayroma.it" è stato impegnato in un sit-in per «ribadire la Laicità dello Stato in occasione della visita di Giovanni Paolo II al Parlamento Italiano». «Consideriamo tale avvenimento – hanno sostenuto gli organizzatori della manifestazione – l’espressione più eclatante dell’ingerenza continua della chiesa cattolica e delle sue gerarchie nella vita politica e sociale dei cittadini italiani». Secondo il movimento gay , che ha organizzato il sit-in dalle 10 di oggi, «la condanna vaticana delle persone omosessuali, continuamente ribadita con dichiarazioni e documenti ufficiali, di fatto alimenta gli atti di intolleranza, le discriminazioni e le violenze nei confronti delle persone che amano persone dello stesso sesso».

Terminata la visita del Santo Padre, nel pomeriggio in Centro si è tenuto un corteo organizzato dagli ambientalisti in occasione del consiglio comunale sul Piano Regolatore. I manifestanti si sono trovati alle 16.00 al Colosseo e la sfilata ha transitato per via dei Fori Imperiali, piazza Venezia e piazza dell’Aracoeli.

Ti suggeriamo anche  Aggressione omofoba a Roma: in tre pestano un 21enne
Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni