Roma, scritta omofoba alla stazione: per il Gay Center è intimidazione

Le parole discriminatorie sono state rinvenute in una stazione della Capitale: chiesto l’intervento del decoro urbano.

“No gay – no gender” è la scritta che è stata vergata nella notte in una stazione a Roma: il Gay Center chiede che sia cancellata.

La scritta discriminatoria è apparsa alla stazione La Giustiniana di Roma Nord. Secondo quanto afferma il Gay Center in quel luogo ci sono già state segnalazioni di un clima omofobo.

“Riteniamo che questa scritta sia volta ad intimidire diverse coppie di studenti lesbiche, gay e persone trans – ha dichiarato al Messaggero il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzoche hanno chiamato il numero verde di Gay Help Line 800.713.713, riferendoci che negli ultimi giorni si salutavano con un bacio, o stavano mano nella mano, vicino la stazione prima di andare a scuola ed avevano già ricevuto frasi di scherno”.

Secondo l’associazione romana l’episodio potrebbe essere l’occasione per il Comune di compiere un gesto contro le discriminazioni e a sostegno della comunità LGBT capitolina: “Richiediamo alla sindaca Raggi di far cancellare le scritte dall’unità del decoro urbano e dedicare quel muro ed altri a murales contro le discriminazioni ed a sostegno delle coppie lesbiche e gay che quotidianamente vengono ancora oggi derise ed offese”.

“La nostra associazione – conclude Marrazzo – può fornire molti writers che hanno dato la loro disponibilità a titolo gratuito per colorare la Capitale contro l’omofobia ed a tutela delle coppie lesbiche e gay, per rendere Roma una città più colorata e gay friendly, come molte capitali europee, che hanno murales di coppie lesbiche e gay anche in pieno centro”.

Gossip

Gabriel Garko, “Sogno che nessuno mi chieda più con chi vado a letto”

Tra le righe di Chi, quello che parrebbe un velato coming out da parte di Gabriel Garko.

di Federico Boni