Roma: trans picchiata viene fotografata e insultata sui social

I ragazzi che hanno pubblicato la foto gioiscono dell’accaduto. I loro commenti sono agghiaccianti.

Sta circolando in queste ore una foto agghiacciante, scattata a TorSapienza a Roma: quella che sembra una donna transessuale aggredita, con visibili ecchimosi sul volto, giace a terra a fianco a una fermata dell’autobus. Ad aver condiviso la foto un ragazzo che afferma di conoscere la donna in questione, e che gioisce per l’avvenuta aggressione: si leggono commenti del tipo “lo devono ammazza” o “lo stimo chi gli ha menato“. Il Gay Center romano si sta attivando per identificare la vittima e denunciare l’accaduto: leggere questo tipo di insulti da un gruppo di ragazzini giovani è davvero sconvolgente. Vi aggiorneremo in tempo reale sugli eventuali sviluppi.

Schermata 2016-07-06 alle 18.33.49

Schermata 2016-07-06 alle 18.34.09

Schermata 2016-07-06 alle 18.34.23

Ti suggeriamo anche  Intervista ad Aaron, ragazzo FtoM che ha un microchip sottocutaneo che rilascia testosterone

16 commenti su “Roma: trans picchiata viene fotografata e insultata sui social

  1. Capita na cosa del genere io gli uccido sti omofobi razzisti giuro io gli ammazzo costo di farmi saltare in aria come un camicaze dell ISiS porco Dio ……. #ioviammazzoomofobidimerda.

  2. Così come trovo assurdo che l estremista di destra di Fermo responsabile dell omicidio del nigeriano Emmanuel Chidi Namdi veniva lasciato libero di insultare i neri , e tutti lo sapevano, così trovo assurdo che ad un utente Facebook, quindi facilmente rintracciabile e punibile, sia lasciato libero di vomitare odio pubblicamente. Vomiti odio ma venga punito come merita

    1. quello che mi chiedo io! per altro… queste persone si possono denunciare alla polizia postale, niente di starno che tra questi “uomini” ci sia il colpevole di tale infamia

  3. Guardate meglio la foto, credo che oltre ad aver menato, han pure pisciato sul corpo per terra. Se queste son le nuove generazioni, a dir poco, siamo fottuti. Se avessi soldi distribuirei anticoncezionali e preservativi per tutti. Anche nelle buchette della posta, casa per casa O_O

    1. è l’Italia che ancora siamo al tempo delle streghe che venivano messi al rogo i preservativi e tutte queste cose ci sono ma non li danno in Spagna lo fanno gia da diversi anni e sono gratuiti la cosa piu triste che vedendo queste immagini in italia non fanno nulla a sti delinquenti e possono rifarlo su altre persone a meno cè qualcuno ho un gruppo che li prende e le rende la stessa cosa perche sta gente non deve sopravvivere nella società

  4. Che senso ha oscurare i nomi? Non è una notizia così, è “gossip indimostrabile”.
    Lo stato facebook era pubblico (a giudicare dall’icona), avevate tutto il diritto legale e anche il dovere morale di pubblicare lo screenshot senza censura.

  5. Non dovreste oscurare i nomi !
    L’unico modo per impedire che questi atteggiamenti vengano tollerati è il denunciarli e nel far venire allo scoperto chi si fregia di questa volgarità e di questa violenza.
    Fino a quando si nascondono dietro uno schermo e nessuno li critica si sentono in diritto di dire qualsisi idiozia

    1. Si ma ora per la famosa legge del contrappasso andrebbero picchiati dalla stessa persona picchiata. Puoi non essere di apertura mentale, ma ciò non da il diritto a nessuno di pestare un’altro essere umano. Ma poi io andrei a dare un’occhiata ai loro profili…ne ho visto solo uno e già la voglia di schiaffeggiarla saliva a dismisura..cosa triste è che a loro non verrà fatto nulla.

Lascia un commento

Storie

“Dietro le sardine la lobby gay”, l’attacco di Don Alfredo Maria Morselli

"Lobby gay e movimenti giovanili più o meno ecologisti, manovrati dai poteri forti". L'attacco di un parroco di Bologna alle sardine.

di Federico Boni