Roma, tutto pronto per le registrazioni delle unioni civili: come fare

di

Prevista a maggio una grande cerimonia con 100 coppie, durante la Settimana Rainbow

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
5457 0

Da questa mattina è online sul sito di Roma Capitale, sotto la voce “Anagrafe, Stato civile e Leva”, il modulo da scaricare per coloro che vogliono iscriversi al registro delle unioni civili appena approvato dal consiglio comunale. Una volta compilato, il modulo potrà essere inviato via internet o consegnato a mano agli uffici dell’Anagrafe centrale a cui spetta il compito di verificare che le coppie che fanno richiesta abbiano i requisiti per essere iscritte al registro (ovvero la residenza a Roma di almeno uno dei due componenti della coppia, la coabitazione da almeno un anno, il permesso di soggiorno nel caso uno dei due sia cittadino non europeo, l’assenza di vincoli di parentela fino al quarto grado e lo stato civile che accerti la condizione di nubile o divorziato).

CERIMONIE NELLE SALE ISTITUZIONALI

Una volta accolta la domanda, si procederà alla pubblicazione sull’Albo pretorio online per otto giorni consecutivi delle generalità delle coppie, così da dare comunicazione alla cittadinanza della richiesta di iscrizione nel Registro ai fini di eventuali osservazioni o eccezioni da parte di persone direttamente interessate (un po’ quello che avviene con le pubblicazioni dei matrimoni).

Passato questo tempo, le coppie la cui domanda è stata accettata potranno fissare la data per la cerimonia che è previsto si possa fare per celebrare l’iscrizione al registro. Dopo una prima fase in cui le cerimonie si svolgeranno gratuitamente all’Anagrafe centrale, le coppie potranno scegliere anche le sale istituzionali, pagando una cifra stabilita dal comune.

A MAGGIO IL “WEDDING DAY”

Soddisfatta la consigliera di Sel Imma Battaglia, prima firmataria del testo che istituisce il registro delle unioni civili. “Non solo abbiamo ottenuto il risultato del registro delle unioni civili a Roma – ha dichiarato – ma gli uffici sono stati celeri per permettere le prime registrazioni già da marzo. Questo dimostra che abbiamo scalfito anche i tempi elefantiaci dell’amministrazione, anche grazie alla sensibilità degli uffici. Ora dobbiamo decidere il giorno del wedding day, la celebrazione collettiva, ci stiamo orientando per la settimana Rainbow, dal 17 maggio. Ci saranno almeno un centinaio di coppie per cui al posto della Sala Rossa (la sala dove di solito si svolgono i matrimoni civili, ndr), troppo piccola, andremo nella Sala della Protomoteca”.

Più che di un “wedding day” si tratterà di un “registration day”, dato che si procederà alla registrazione delle coppie e non a veri e propri matrimoni civili.

Leggi   Vacanze romane: visitare Roma come un ragazzo del posto
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...