Romania, un referendum per rendere illegale il matrimonio egualitario

di

Il Senato ha dato il via libera al referendum che di fatto vieterebbe il matrimonio egualitario in Romania.

CONDIVIDI
580 Condivisioni Facebook 580 Twitter Google WhatsApp
1299 1

La Romania potrebbe presto rendere illegale il matrimonio tra persone dello stesso sesso, tramite via referendaria.

Una petizione per vietare il matrimonio ugualitario è stata firmata da quasi 3 milioni di persone. Il Senato ha votato a stragrande maggioranza la legittimità del referendum, con 107 voti favorevoli e appena 13 contrari. Il voto popolare  potrebbe cambiare quella Costituzione che attualmente parla di “coniugi”, rimanendo  neutrale rispetto al genere.

Il 7 ottobre prossimo si potrebbe andare alle urne, con il matrimonio che diverrebbe obbligatoriamente tra “un uomo e una donna”. Diverse organizzazioni LGBTI sono pronte a scendere in piazza, definendo l’imminente referendum come “completamente immorale”. Vlad Viski, presidente di MozaiQ, ha accusato i politici di “codardia”, per aver ceduto alle “forze conservatrici che cercano di emarginare la comunità LGBT”.

Raccomanderemo ai nostri seguaci di non esprimere il proprio voto nel prossimo referendum perché i diritti umani non possono essere soggetti a un voto popolare“, ha tuonato Viski. “Dovessero cambiare la Costituzione, metterebbero in discussione i diritti di tutti i cittadini”. “Allo stesso tempo non ci arrenderemo, anche se umiliati dai politici lotteremo per i nostri diritti fino alla fine. Esortiamo tutti in Europa ad esprimere solidarietà alla comunità LGBT rumena e a diffondere il nostro messaggio“.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...