RuPaul si scaglia contro Trump e lo paragona a Hitler

“Quelli che non riescono a ricordare il passato sono condannati a ripeterlo”, scrive RuPaul su Twitter.

RuPaul si unisce allo schieramento di star che hanno pubblicamente manifestato il loro dissenso per la recente elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti.

L’icona di RuPaul’s Drag Race, che ha recentemente vinto un Emmy (LEGGI >), ha twittato una serie di commenti molto pesanti sull’elezione: “Trovo difficile andare avanti come se nulla fosse dopo che l’America si è tatuata una grossa svastica sulla propria fronte“.

schermata-11-2457707-alle-17-30-40

schermata-11-2457707-alle-17-30-48

“Da bambino non riuscivo a capire come il mondo avesse permesso l’esistenza di Hitler. Ora capisco“, continua RuPaul. Dopo questi due tweet, Mama Ru ha postato una massima di George Santayana: “Quelli che non riescono a ricordare il passato sono condannati a ripeterlo“.

schermata-11-2457707-alle-17-30-56

RuPaul aveva fortemente sostenuto Hillary Clinton: il giorno delle elezioni aveva postato un video in cui, riproponendo una delle famosissime frasi del suo programma televisivo, diceva: “È giunto il momento di votare per la vostra vita!“.

Ti suggeriamo anche  Village People, ok a Donald Trump: può usare le loro canzoni (da YMCA a Macho Man)
Cinema gay

Paris is Burning, compie 30 anni il fantastico documentario sulla ball culture LGBT di New York

Lo strepitoso documentario di Jennie Livingston ha ispirato Ryan Murphy nella realizzazione di Pose.

di Federico Boni