Russia: fumetto natalizio vietato in tutto il Paese per un bacio lesbo

di

Continua la ripressione omofoba portata avanti dal Cremlino.

CONDIVIDI
75 Condivisioni Facebook 75 Twitter Google WhatsApp
6270 1

Qualche giorno di giorni fa, la casa di produzione di videogiochi Blizzard ha pubblicato online il nuovo fumetto ufficiale di Overwatch – dal titolo Riflessi – che racconta come i protagonisti del celebre videogioco trascorrono le festività natalizie, concentrandosi in particolare sul personaggio di nome Tracer. Sfogliando le pagine digitali però c’è una sorpresa: si scopre che Tracer ha una ragazza, di nome Emily.

Le autorità russe non hanno ovviamente apprezzato: hanno quindi immediatamente proibito l’accesso al fumetto nel Paese. Un utente ha segnalato la cosa su Twitter, traducendo anche il messaggio che appare in Russia al tentativo di aprire il fumetto: “Per via delle leggi russe, non possiamo condividere questo fumetto con i nostri giocatori nei territori della Federazione Russa”.
Il governo russo è ormai tristemente noto per la sua sistematica e puntuale repressione degli orientamenti LGBT e di recente sembra stia tenendo particolarmente d’occhio anche i videogiochi, dopo il caso verificatosi anche con FIFA 17, accusato per la presenza di kit arcobaleno a sostegno dei diritti LGBT.
Censure che colpiscono sia la comunità LGBT ma più in generale la popolazione tutta, visto che in questo caso molti appassionati del fumetto non potranno reperirlo facilmente a causa della sua “contaminazione” con elementi LGBT.
Leggi   Chiamatemi Helen, il Popolo della Famiglia contro la Rai per il film a tematica trans: 'azione ideologizzante'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...