Sabato di nuovo in piazza contro il razzismo

di

Un'altra manifestazione nazionale, a cui ha aderito anche l'ArciGay. Sabato, infatti, si scenderà in strada contro il razzismo, l'omofobia e la transfobia.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
804 0

Ancora una manifestazione.

Sabato 17 ottobre a Roma, in piazza della Repubblica, ore 14.30, si terrà la manifestazione nazionale contro il razzismo organizzata dal "Comitato 17 ottobre".

Il 7 ottobre del 1989 centinaia di migliaia di persone scendevano in piazza a Roma per la prima grande manifestazione contro il razzismo. Il 24 agosto dello stesso anno a Villa Literno, in provincia di Caserta, era stato ucciso un rifugiato sudafricano, Jerry Essan Masslo. A 20 anni di distanza, il razzismo non è stato sconfitto, tanto da provocare ancora vittime. 

Il pacchetto sicurezza approvato dalla maggioranza di centro destra risponde ad un intento persecutorio, introducendo il reato di "immigrazione clandestina" e un complesso di norme che peggiorano le condizioni di vita dei migranti, ne ledono la dignità umana e i diritti fondamentali. Questa drammatica situazione sta pericolosamente incoraggiando e legittimando nella società la paura e la violenza nei confronti di ogni diversità. Intanto, nel canale di Sicilia, ormai diventato un vero e proprio cimitero marino, continuano a morire centinaia di esseri umani che cercano di raggiungere le nostre coste.

Anche l’Arcigay, per voce del presidente Aurelio Mancuso, parteciperà all’evento. "Il razzismo, l’omofobia e la transfobia", ricorda Mancuso, "sono patologie identiche, che hanno bisogno di un’azione comune da parte dei diversi movimenti sociali e culturali operanti nel Paese. Ci saremo per far sentire la nostra voce dopo quello che è accaduto nei giorni scorsi in Parlamento e per ribadire che il nostro impegno per un Paese finalmente accogliente, dove libertà e diritti civili siano riconosciuti a tutti i cittadini, non verrà mai meno".

"In queste ore", conclude Mancuso, "stiamo provando sentimenti di delusione e rabbia, ma manteniamo salda una serena lucidità mettendo in campo azioni ed iniziative che parlino a tutta la società italiana".

 

Per la 9° volta in poco più di due mesi, Roma scenderà in strada per dire basta alla violenza e ad ogni tipo di razzismo, omofobia compresa. Servirà a qualcosa almeno in questa occasione?

di Federico Boni

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Pro Vita, la Sindaca Raggi fa sparire gli osceni manifesti omofobi: 'offendono tutti i cittadini'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...