Salta l’accordo PD e PDL sull’omofobia. Caos in aula

di

Si dimette il relatore del PDL che aveva trovato un accordo col PD sulla legge contro l'omofobia. I deputati votano due rinvii. Sel chiede la seduta fiume fino...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3314 0

Si dimette il relatore della proposta di legge sull’omofobia, Antonio Leone, e resta come unico relatore Ivan Scalfarotto. La presidente della commissione Giustizia, Donatella Ferranti (Pd), ha chiesto perciò di rinviare il voto del provvedimento, che era previsto per questa mattina, al pomeriggio. L’aula ha votato a favore coi voti contrari di Lega – che chiedeva invece un rinvio del provvedimento ai prossimi giorni – e del M5s, contrario a qualsiasi rinvio -.

Alle 16, dunque, i deputati torneranno a riunirsi in Aula dopo che i due maggiori partito di governo, PD e PDL, avranno tentato un accordo diverso rispetto a quello che aveva portato al testo che avrebbe dovuto essere votato questa mattina.

AGGIORNAMENTO (ore 16:31): Ivan Scalfarotto ha chiesto di votare per l’ulteriore rinvio del voto della legge in modo da avere altro tempo per cercare ancora un accordo col Pdl e la Camera ha votato in favore di questa proposta. Sel, da parte sua, ha proposto che l’aula si avvii verso una seduta fiume fino a quando non sarà votata la legge. La decisione in merito sarà presa alle 19:30. Poco prima sarà diffuso il videomessaggio di Silvio Berlusconi. Che questo possa influire sul voto?

Il M5S ha chiesto le dimissioni di Laura Boldrini:

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...