San Marino: in Consiglio si torna a parlare di unioni civili

di

In arrivo il testo, che verrà discusso da oggi. Una legge snella, migliore di quella italiana.

san marino
CONDIVIDI
220 Condivisioni Facebook 220 Twitter Google WhatsApp
1077 0

Da oggi 13 novembre, il Consiglio di San Marino riprende la discussione su una legge riguardante le unioni civili.

Un traguardo, un contributo alla evoluzione dello stato civile del Paese, riconoscendo forme di convivenza diverse – sinora senza alcuna tutela; e permettendo ai cittadini – sinora in situazione di fragilità – di sentirsi supportati dal proprio Stato“. Con queste parole, la maggioranza ha deciso di portare in aula il testo, dopo il via libera da parte delle commissioni parlamentari che lo avevano approvato a settembre.

Un testo snello. Condiviso da una grande maggioranza e dalla popolazione, la quale sta seguendo l’intero percorso dell’iter legislativo. Sia durante i lavori della commissione che il dibattito tenutosi in Consiglio. Un dibattito pulito, tranquillo, che ha accordato sia la maggioranza che la minoranza. Quest’ultima, però, ha fatto sapere che non darà voto favorevole al testo.

Un testo migliore di quello italiano

Il testo sulle unioni civili di San Marino sarebbe addirittura migliore di quello approvato in Italia. Un testo molto semplice, in cui si equipara dal punto di vista normativo le coppie omosessuali a quelle etero. Nessuna distinzione quindi per quanto riguardo i diritti e i doveri dei due coniugi, dell’obbligo reciproco di assistenza morale e materiale, di coabitazione. E in fatto di residenza, cittadinanza, assistenza sanitaria, successione, previdenza sociale e pensione di reversibilità è identico a quanto previsto in un matrimonio. Non è citato l’obbligo di fedeltà, come in molti leggi riguardanti le unioni e i matrimoni in Europa.

A dare il proprio contributo, anche un rappresentante della commissione Pari Opportunità, oltre ad essere sempre presente il comitato promotore, il quale parla di “svolta epocale” per San Marino. Al momento, sono pochi gli emendamenti che fanno discutere: la modifica di una norma di coordinamento, importante nell’economia dello Stato, e la pubblicazione dello Stato Civile, fatto che violerebbe la privacy degli individui, in quanto verrebbe reso noto l’orientamento sessuale dei soggetti.

Leggi   San Marino dice sì alle unioni civili - è ufficiale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...