Scalfarotto: ok a Radicali nell’Unione

Il processo di avvicinamento dei Radicali al centrosinistra? “Ha molto senso”, secondo Ivan Scalfarotto, candidato alle primarie dell’Unione intervistato da Radio Radicale.

ROMA – Il processo di avvicinamento dei Radicali al centrosinistra? “Ha molto senso”, secondo Ivan Scalfarotto, candidato alle primarie dell’Unione intervistato da Radio Radicale. Una percorso “naturale”, quello di Pannella – “uno dei padri della Repubblica” – che non dovrebbe incontrare ostacoli.

“In Italia c’è un gruppo di quelli che ce l’hanno fatta e di quelli che ce la vogliono fare – ammonisce Scalfarotto – Chi ce l’ha fatta troppo spesso si arroga il diritto di dire chi può entrare e chi no”. Come Alfonso Pecoraro Scanio, che alla riunione dell’Unione di ieri ha obiettato all’ingresso dei Radicali visto che “non esistono seggi per tutti”? “Il presidente dei Verdi – commenta Scalfarotto – non ha il diritto di porre veti, la politica ha perso completamente il contatto con la realtà quando si ferma a discutere di posti e seggiolini”.

Sui Pacs Scalfarotto ribadisce la sua apertura: “Anche in questo caso ‘si è perso il lume’. Le coppie di fatto sono già un diritto acquisito in questo paese. Io non concepisco un centrosinistra che nega diritti, è una cosa fuori dalla grazia di Dio: a pari doveri civili devono corrispondere pari diritti, compreso il matrimonio per gli omosessuali”.