Scienza: Focus su omosessualità

Un sondaggio condotto tra i lettori della rivista Focus indica che almeno sei su dieci ritengono naturale la condizione omosessuale.

MILANO – Sulla rivista di divulgazione e curiosità scientifica “Focus” (Gruner + Jahr e Mondadori Editore) in edicola questo mese si parla di omosessualità. Nell’articolo “Vita da gay” si parla degli almeno 3 milioni di omosessuali italiani, confermando il dato più attendibile secondo il quale sarebbe omosessuale il 5% circa della popolazione. L’articolo ambisce a raccontare un po’ “come si vestono, s’incontrano e vivono l’identità, le amicizie, gli amori” gli italo-gay, prendendo anche atto che ci sono molti miti da sfatare. Per l’occasione il mensile ha condotto un sondaggio secondo cui il 64,3% degli italiani considera naturale la condizione gay. L’omosessualità dunque è “naturale” ormai per sei italiani su dieci, con grande disappunto – si suppone – di chi la vorrebbe ancora bollare come “deviata” e “contro-natura”.

Il 93% dei circa 700 lettori interpellati si è dichiarato aperto ad amicizie con persone omosessuali. Non sorprende che la tra le donne ci sia maggiore apertura verso i gay (il 98% di loro si dichiara disponibile a un’amicizia gay) ma anche tra gli uomini (87%) sembra che le cose stiano pian piano migliorando in riguardo all’accettazione della diversità di orientamento sessuale. Le persone tra i 40 e i 64 anni si dimostrano più aperte mentalmente (solo il 27% di loro considera l’omosessualità innaturale) mentre tra coloro che hanno tra i 26 e i 39 anni tale percentuale risale al 40, per poi (fortunatamente) riscendere nuovamente al 33,8% nella fascia tra i 14 e i 25 anni. Tra le altre curiosità che emergono dal sondaggio c’è che il 69% degli interpellati non avrebbe problemi ad entrare “per curiosità” in un locale gay, che il 54% delle donne (ma solo il 42% dei maschi) si dichiara disponibile a partecipare “per solidarietà” a un Gay pride e che un’ampia maggioranza (76%) è favorevole al ‘coming out’, vale a dire al dichiararsi pubblicamente e non nascondere la propria omosessualità.

Ti suggeriamo anche  Il futuro è queer: tra i giovanissimi uno su tre si dice gay o bisex

Contattata da Gay.it l’autrice dell’articolo, Raffaella Procenzano, ha precisato che per quanto riguarda il sondaggio si tratta di «un sondaggio tra i lettori che hanno risposto volontariamente via sms. Non è quindi un campione rappresentativo, lo è solo dei nostri lettori, che probabilmente hanno la mentalità abbastanza aperta.» (Roberto Taddeucci)