Scuola cristiana in Australia usa la Bibbia per zittire i genitori omofobi

di

Le dirigenti scolastiche hanno citato La Prima Lettera ai Corinzi per ribadire che nella loro scuola non c'è spazio per la discriminazione.

CONDIVIDI
159 Condivisioni Facebook 159 Twitter Google WhatsApp
5027 1

La dirigente di una scuola femminile anglicana nella periferia di Sydney (Australia) ha scritto una lettera ai genitori per difendere la presenza di insegnanti omosessuali nello staff dell’istituto. Sally Herman, della Kambala School di Rose Bay, nella periferia orientale di Sidney, si è decisa a scrivere il messaggio dopo aver ricevuto due lettere di lamentele da parte di alcuni genitori. Nelle lettera degli genitori si diceva che la presenza di insegnanti omosessuali andrebbe contro i “valori cristiani”.

glimpse_1

Ecco un estratto della lettera della dirigente scolastica, pubblicata dal Daily Mail Australia:

“Recentemente, due famiglie hanno espresso a gran voce il loro fastidio per la presenza di insegnanti gay nella nostra scuola, presenza che non sarebbe compatibile con i valori cristiani. Al centro della loro insofferenza c’è l’idea che le loro figlie potrebbe trovarsi esposte a messaggi o valori con i quali questi genitori non sono d’accordo. La nostra scuola non discrimina quando assume i membri del suo staff. Tutte le persone dello staff, indipendentemente dal ruolo, vengono selezionato in base al merito, all’empatia e alla disponibilità a supportare l’ethos cristiano della scuola. Siamo una comunità scolastica la cui composizione riflette la diversità della comunità a cui ci rivolgiamo. Famiglie e ragazze provenienti da molte fedi, etnie, orientamenti sessuali e politici, possono dire: questa è la “mia scuola”. Come scuola, vorremmo essere definiti più da come ci prendiamo cura degli altri, piuttosto che dal fatto che discriminiamo.”

La dirigente ha poi citato direttamente la Bibbia: E ora queste tre cose restano: fede, speranza e amore. Ma la più importante tra queste è l’amore” (dalla Prima Lettera ai Corinzi). Nella nostra scuola l’amore non è un optional. Noi pratichiamo l’amore anche quando viene meno spontaneo farlo. Prendiamo l’insegnamento di Cristo – Ama il prossimo tuo come te stesso – molto sul serio.”

Debra Kelliher, altra dirigente dell’istituto, ha aggiunto: La lettera serve a ricordare alla gente che siamo tutti esseri umani e che la nostra è una scuola contemporanea e inclusiva e spero che la cultura del nostro istituto scuola rifletta tutto ciò.” Susan Wynne, la cui figlia frequenta la scuola, ha detto: “Penso che l’iniziativa della scuola sia fantastica e mi ha reso orgogliosa di far parte di questa comunità”. Molti altri i genitori soddisfatti e che dicono di sentirsi rappresentati dal gesto dell’istituto.

QUI  >>> per leggere PERCHÉ le discriminazioni dei cattolici sono, di fatto, blasfeme, ovvero violano gli stessi principi cristiani.

Leggi   Nuova Zelanda, pasticciere si rifiuta di fare una torta per un matrimonio tra due donne
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...