Se non paghi diciamo che sei gay. Arrestati due aguzzini

Due giovani ricattavano un uomo minacciando di rivelare il loro triangolo gay. Lui però dopo aver pagato ha deciso di ribellarsi e ha denunciato. Arrestati entrambi gli aguzzini.

Estorsione continuata in concorso. Questa l’accusa con cui i cararabinieri di Bologna hanno arrestato due romeni di 22 e 20 anni accusati di aver ricattato un 40enne italiano con cui avevano avuto una relazione.

I rapporti erano degenerati lo scorso 14 febbraio quando i due avevano iniziato ad intimorire la vittima minacciando di rivelare la relazione gay ai suoi amici se non avesse pagato 350 euro per il loro silenzio. L’uomo si è però rivolto ai carabinieri che, dopo essersi fatti rivelare il luogo dove si sarebbe verificato l’incontro per la consegna del denaro, hanno fatto scattare la trappola e l’arresto.

Le manette sono scattate intorno alle 20 in zona Borgo Panigale.

Ti suggeriamo anche  Madonna agguerrita contro le armi nel cruento, toccante, incredibile video di "God Control"
Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni