Aggredito vicino a casa Serafino Ferrino, ex sindaco anti-gay di Favria

di

Membro delle Sentinelle in Piedi, lo scorso anno si era rifiutato di celebrare un'unione civile tra due uomini.

CONDIVIDI
170 Condivisioni Facebook 170 Twitter Google WhatsApp
4842 0

Serafino Ferrino, l’ex sindaco di Favria (Torino) che l’anno scorso si rifiutò di celebrare l’unione civile tra due uomini, è stato aggredito da uno sconosciuto vicino a casa questa mattina.

L’uomo ha finto un guasto all’auto per avvicinare Ferrino e lo ha colpito ripetutamente. “Sono terrorizzato, una cosa simile non mi era mai capitata in tanti anni di attività politica. È stata un’aggressione mafiosa” sono le prime parole dell’ex sindaco, al suo arrivo in pronto soccorso.

Solidarietà da Vittorio Bellone, successore di Ferrino alla guida di Favria: “Si tratta di un atto gravissimo che non può essere giustificato in alcun modo”. I carabinieri stanno indagando le dinamiche dell’accaduto e, al momento, non escludono alcuna pista.

Ferrino era già balzato agli onori delle cronache come sindaco anti-gay: membro delle Sentinelle in Piedi, un anno fa aveva deciso di non celebrare l’unione civile tra due uomini.

Leggi   Torino, giovane picchiato al Parco Colletta: è aggressione omofoba?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...