Sergei Polunin, follie omofobe: «Non siate effeminati» – cacciato dall’Opera di Parigi

Putiniano, sessista e omofobo, il ballerino russo Sergei Polunin è nuovamente finito nella bufera.

29enne ballerino classico visto danzare al Teatro alla Scala, al Royal Ballet, al Bol’šoj, al San Carlo e all’Opera di Parigi, Sergei Polunin, negli ultimi due anni ammirato anche al cinema in qualità d’attore in film come Assassinio sull’Oriente Express, Red Sparrow e Lo schiaccianoci e i quattro regni, ha diffuso omofobia social attraverso il proprio profilo Instagram.

«Non siate effeminati, siate uomini, lupi e leoni», ha scritto Sergei, scatenando uno tsunami di reazioni indignate. L’Opera di Parigi, che lo attendeva per il Lago dei Cigni tra febbraio e marzo, l’ha fatto fuori dallo spettacolo per i suoi comportamenti ‘incompatibili’ con la direzione e il corpo di ballo.

Fiero sostenitore di Vladimir Putin, tanto dall’essersi tatuato il volto del presidente sul petto, Polunin è il Cigno Nero del balletto russo. Sergei ha gratuitamente attaccato i suoi colleghi ballerini, in particolar modo quelli ‘emmeninati’, chiedendo loro di fare gli ‘uomini’.

«Ci sono già le donne a fare le ballerine, siate maschi. Gli uomini devono essere uomini e le donne devono essere donne». «Siete lupi, leoni, i leader della famiglia». Parole deliranti, soprattutto se indirizzate al mondo della danza, che l’hanno nuovamente catapultato in un fiume di (ricercate e meritate) polemiche.

Ti suggeriamo anche  Varese, una targa in memoria delle vittime omosessuali perseguitate dal nazifascismo - VIDEO

2 commenti su “Sergei Polunin, follie omofobe: «Non siate effeminati» – cacciato dall’Opera di Parigi

  1. Come un orologio rotto due volte al giorno segna l’ora esatta , l’unica cosa passabile del delirio omofobo di questo ballerino è che non dovremmo sentirci donne mancate , ma uomini ai quali piacciono altri uomini , anche se si danza su un palcoscenico I.M.H.O.

  2. Proprio ieri Paolo fox ha detto durante l’oroscopo ai fatti vostri che le donne Toro hanno la qualità di imporsi senza perdere la propria femminilità perché una donna troppo rude non va bene come non va bene un uomo troppo effemminato. Non bisogna andare fino in Russia per sentire certe cose, cambiano solo le conseguenze.

Lascia un commento