Sesso a rischio e uso di droghe

di

Uno studio americano sui frequentatori del circuito delle feste gay rivela che chi usa droghe ha più facilità a avere comportamenti sessuali a rischio.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1232 0

L’uso di droga porta a fare sesso a richio nel circuito delle feste, il che pone i frequentatori a un rischio di gran lunga più alto di infezione da Hiv, secondo uno studio.

Lo studio di uomini gay e bisex a San Francisco condotto dai Centers of Disease Control and Prevention afferma che la trasmissione di Hiv e altre MTS (Malattie Trasmissibili Sessualmente) tra i frequentatori di feste è una "preoccupazione reale di salute pubblica".

Lo studio ha analizato 295 gay e bisessuali di erà superiore ai 18 anni che hanno frequentato almeno un circuito di feste nell’ultimo anno. I ricercatori hanno scoperto che il 95% degli uomini hanno usato almeno una droga durante l’ultimo circuito di feste che hanno frequentato; il 61% ha usato tre o più droghe. L’Ecstasy è la più popolare (75%), la Chetamina la seconda (58%).

Sul fronte del sesso, il 29% ha detto di aver avuto molti partner sessuali, con i quali hanno fatto sesso orale o anale nelle feste. Il 24% ha detto di aver avuto sesso anale non protetto. Del campione, il 17% di coloro che hanno risposto, hanno detto che il loro più recente test Hiv era positivo e l’83% che era negativo.

Lo studio suggerisce che rendere l’informazione sul sesso sicuro e sull’uso delle droghe disponibile nei circuiti di feste potrebbe aiutare i frequentatori a evitare comportamenti a rischio. Si suggerisce anche di distribuire preservativi alle feste.

Lo studio è stato pubblicato nella edizione di giugno 2001 dell’American Journal of Public Health.

di Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...