SESSO DI TRUPPA

Ecco Articolo 28, associazione di maschi omosessuali in uniforme la cui principale attività consiste in uscite di gruppo organizzate con rigida disciplina militare, tra addestramenti e…

Clicca qui per la galleria di foto

Mimetica, anfibi e… preservativi. Ecco l’equipaggiamento base dei membri di Articolo 28, associazione di maschi omosessuali con gusti fetish-uniform, la cui principale attività consiste in uscite in gruppo organizzate seguendo la rigida disciplina militare, con addestramenti, simulazioni di attacchi, corsi di sopravvivenza, e anche sesso.

Il fondatore e comandante di questa gaya truppa è il Colonnello Davide, milanese 43enne, di professione medico. E’ lui che si occupa anche dell’organizzazione delle uscite: la prossima sarà addirittura della durata di tre notti e quattro giorni, nel ponte tra il 25 e il 28 aprile. In quell’occasione ci sarà anche l’arruolamento delle reclute, ed è prevista la partecipazione di circa 25 persone.

A lui abbiamo chiesto di parlarci del gruppo, cominciando dalla sua fondazione.

«Avevo il desiderio di condividere con qualcuno le mie fantasie relative all’ambiente militare, e, dopo aver pubblicato qualche annuncio e aver fatto qualche uscita in tre o quattro persone, finalmente nel settembre del 2001, riuscii ad organizzare la prima vera uscita con il primo arruolamento di 10 persone, e nel raduno di dicembre del 2001 c’erano già 18 nuovi arruolati. E’ stata la prima volta in cui siamo riusciti ad organizzarci come una vera caserma: abbiamo fatto molto sport, sempre camminando sul filo del rasoio dell’erotismo».

In cosa consiste l’arruolamento?

Come in tutte le caserme, il momento dell’arruolamento prevede il superamento di alcune prove, sia di tipo medico, con una visita specialistica di tipo militare, che di tipo attitudinale, con particolari prove fisiche che si svolgono durante il raduno.

E come è organizzata la vita durante il raduno?

Nelle uscite di un solo giorno, ci si ritrova tra ragazzi di una zona, si marcia nei boschi, quindi ci si ferma per fare sport, cioè un normale allenamento fisico con esercizi e piccole prove. Ma le uscite di più giorni sono le più divertenti. Nella prima giornata è previsto l’arruolamento, con una visita medica seria, l’istruzione di base (si insegna alle reclute a stare sull’attenti, a riposo, ecc.). e esercizi vari come attraversare un ruscello, mimetizzarsi, avanzare strisciando sul terreno, ecc. Nel secondo giorno si segue di volta in volta il programma: si possono fare corsi di surviving, imparare a costruire una capanna, o a svolgere servizio di sorveglianza. Generalmente ci si divide in due squadre: una dovrà conquistare l’accampamento e l’altra sorvegliarlo e difenderlo. E’ come un gioco, anzi: è un gioco. Il fine è solo quello di divertirsi. Anche per questo è vietato l’uso di qualsiasi sostanza illegale o stupefacente, incluso il popper.

E il sesso?

Ci sono sempre anche momenti di sesso, ma a questo proposito voglio precisare che il sesso non è affatto obbligatorio. Lo si fa se si ha voglia, ma le nostre uscite non sono semplici occasioni per fare delle ammucchiate. E nel nostro equipaggiamento sono previsti anche i preservativi, dal momento che da noi è permesso solo il sesso sicuro: chiunque venga scoperto a praticare sesso a rischio, viene dapprima punito e poi espulso.

Cosa intendi con punito?

Viene frustato…

Ed è mai successo?

No.

Emergono nel vostro gruppo delle posizioni politiche o ideologiche di un certo tipo?

No. Durante le nostre uscite è esplicitamente vietato parlare di politica e di religione. Il gruppo vuole essere un punto di aggregazione: ognuno ha le sue idee politiche e la sua fede, ma per rispettare le posizioni di ciascuno, e meglio tenerle fuori dall’attività del gruppo.

Come è strutturata l’organizzazione?

L’associazione Articolo 28 ha un presidente, che è anche il comandante in capo, e che viene eletto dall’assemblea insieme con due aiutanti con i quali gestisce l’organizzazione delle uscite. C’è anche un tesoriere, che è indipendente dal presidente e risponde solo all’assemblea, per assicurare trasparenza nella gestione dei fondi (parliamo solo di qualche centinaio di migliaia di lire…). Naturalmente l’assemblea può esautorare il comandante nel caso insorgano problemi.

Che tipo di persone si iscrivono alla vostra associazione? Si possono immaginare dei piccoli Rambo, o comunque delle persone che rasentano l’esaltazione?

Direi proprio di no. All’associazione possono iscriversi tutte le persone che abbiano compiuto almeno i 24 anni di età, in modo che abbia quel minimo di autonomia e senso di responsabilità che è necessario per affrontare le sfide che la partecipazione alle nostre attività comporta. E’ anche necessario che siano in grado di svolgere una normale attività fisica, ma non occorre affatto essere superpalestrati. Le persone che fanno parte di Articolo 28 sono di età compresa fra i 24 e i 50 anni, con la maggioranza intorno ai trent’anni, persone normali con gusti fetish rivolti verso il mondo Military e Uniform. E provengono da tutte le regioni d’Italia, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, dalla Puglia al Veneto. Molte delle persone un po’ particolari che si avvicinano alla nostra organizzazione, si allontanano spontaneamente appena sentono che il sesso non è garantito. Certo, è impensabile che il sesso non ci sia nelle nostre attività, però è anche chiaro, come ho detto prima, che non è obbligatorio né garantito.

Che atmosfera si respira, quindi, nei vostri raduni?

Io sono piacevolmente sorpreso di constatare che l’atmosfera è ottima. Nell’ultimo raduno, ad esempio, tutti i ragazzi hanno collaborato senza nessuno screzio, ogni ordine veniva eseguito alla lettera, e i commilitoni si aiutavano tra loro. L’unico cruccio che ho è quello di non poter organizzare uscite più frequenti. Per ora riusciamo a restare in contatto con un gruppo di persone qui a Milano, si va a fare sport insieme, e presto dovrebbero cominciare a ritrovarsi anche a Roma.

Avete contatti con gruppi analoghi all’estero?

C’è un collegamento con un gruppo svizzero e con uno tedesco che hanno messo in calendario le nostre attività. C’è anche qualche accordo con il gruppo francese, ma realizzare incontri a livello europeo è molto difficile: in questi casi, anche in un ambiente come questo, viene fuori la primadonna che è in ciascuno di noi, perché ogni gruppo vuole essere protagonista dell’organizzazione…

Che indicazioni possiamo dare a quelli che desiderano contattarvi?

Abbiamo a loro disposizione un indirizzo email ([email protected]) e un numero di telefono (349.7272773), al quale rispondiamo quasi tutti i giorni dalle 21 alle 23, ma solo alle chiamate nelle quali sia visibile il numero del chiamante. E’ indispensabile che gli aspiranti soci dispongano di un indirizzo email, per poter agevolmente contattarli con discrezione. Infine molte informazioni possono trovarsi sul nostro sito internet www.art28.da.ru. Sarà meglio precisare che nella nostra associazione c’è una gerarchia che va rispettata, e nella quale si viene inseriti partendo dal gradino più basso. Ci contattano a volte persone che vogliono fare il master, il dominatore, ma anche loro sono invitati a cominciare come reclute. Se si comporteranno bene, potranno fare carriera. Solo se ci sono queste regole si crea il gruppo.

Clicca qui per la galleria di foto