L’atleta transgender Shawn Stinson contro il North Carolina

Il bodybuilder transgender Shawn Stinson si schiera contro la legge anti-LGBT: ecco le sue parole

Si è tornato a parlare di Shawn Stinson, il bodybuilder transgender vincitore del primo torneo tra atleti FtM (di cui avevamo parlato mesi fa). Il ragazzo è stato oggetto di una meme che è diventata virale e che riguarda la legge che, pochi giorni fa, è stata approvata in North Carolina e che prevede l’utilizzo, da parte degli individui trans, dei bagni riservati al loro sesso di nascita. Moltissime aziende si sono schierate contro il provvedimento scellerato, tra le quali Paypal.

Il meme che riguarda l’atleta è il seguente: “non vedo l’ora di vedere cosa succederebbe se qualcuno che ha questo aspetto entrasse in un bagno per donne…”. Il web si è diviso tra chi è d’accordo e chi ha trovato l’idea di cattivo gusto, offensiva nei confronti di Shawn Stinson.

shawn-stinson-meme

Per questo ben presto è arrivata la sua replica:

“Per la cronaca, io non conosco né sono affiliato con la persona che ha creato questo post. Non credo che intendesse offendermi o mancarmi di rispetto. Io credo che l’intento fosse quello di combattere la legge del North Carolina utilizzando la mia mascolinità come un esempio di quanto la legge sia ridicola”.

Shawn Stinson solleva un problema che era stato sottovalutato: un provvidimento del genere, oltre che essere fortemente discriminatorio, permetterà a malintenzionati e persone che intendono far del male alle donne di entrare liberamente nei loro bagni, e combinare chissà cosa.

Ti suggeriamo anche  Difende un amico gay da 10 omofobi: 17enne pestato a sangue

“Un UOMO che entra dentro un bagno per donne causerebbe immediatamente casino, a spaventerebbe a morte tutte le donne, facendole sentire in pericolo. A questo punto potete immaginare tutti cosa potrebbe succedere, ci sono scenari illimitati che potrebbero presentarsi. Ad esempio, la legge dà la possibilità a stupratori e persone violente di presentarsi come uomini transgender per avvicinarsi a donne e perfino ragazzine. Se gli uomini che usano il bagno delle donne diventa normalità, vi posso assicurare che molti ne approfitteranno. Questa legge riguarda non solo la comunità transgender, ma anche quella femminile, per questo bisogna continuare a opporvisi”.

È proprio questo il punto: non si sta obbligando dei transessuali ad utilizzare il bagno delle donne, ma si sta permettendo a uomini di usufruirne. Uomini al 100%. E questo potrebbe causare dei danni sociali inimmaginabili, aprendo la strada con estrema facilità a violenze e soprusi. È una legge che esula dal ristretto emisfero LGBTI e riguarda tutta la popolazione, nessuno escluso. Chi potrebbe infatti saper distinguere la mascolinità di un transgender FtM da quella di uno nato biologicamente così? Giudicate voi stessi.

shawn-stinson