Si moltiplicano le iniziative antiomofobia

Contro razzismo e omofobia sono sempre di più i gruppi che nascono spontanei, tramite la promozione su Facebook, così dibattiti, incontri e varie iniziative. Adesso arriva Gaycamp

Milano –  È vero che, da Svastichella in poi, i numerosi attacchi di omofobia, commessi ai danni di persone omosessuali, e il mancato varare di un’apposita legge in materia da parte del governo, sono stati una vergogna del nostro paese. Senza dubbio. Ed è pur vero che tutto questo ha innescato un movimento dal basso, come mai era accaduto. I mini pride sono stati il primo esempio. Tantissimi sono i gruppi formatisi spontaneamente, lontani da bandiere e simboli, svincolati dalle associazioni gay canoniche, scevri da ideologie di sorta che hanno dato vita e promosso interessanti iniziative per contrastare questo crescente fenomeno.

Il gruppo che ha organizzato Negozio Civico Chiamamilano (Largo Corsia dei Servi) per parlare un po’ di quel che si potrebbe fare, sia per il GayCamp che per altre attività parallele.

Un altro comitato si è fondato recentemente a Milano. Per il suo nome prende in prestito lo slogan di una vecchia manifestazione contro l’omofobia svoltasi anni fa  a Verona: Alziamo la testa. Questo comitato antirazzista e contro l’omofobia è composto da un gruppo di amici di differenti scelte amorose e sessuali. Il comitato si rivolge a gay, lesbiche, bisessuali, transessuali perché è ora di reagire e costruire assieme un ambito umano di solidarietà e amicizia partendo dal riconoscerci come esseri umani nelle diversità. Oltre a essere stato presenti alle fiaccolate svolte a Milano e Piacenza, il gruppo ha organizzato una mostra dibattito martedì 24 novembre alle 20, presso lo Spazio Arte, in via Maestri del lavoro (Sesto S. Giovanni).

Ti suggeriamo anche  Tiziano Ferro contro l'omofobia: 'sconfiggiamo insieme la cultura dell'odio'