“Sono HIV+ e ho fatto sesso con 3000 persone per ucciderle”

di

Questa la raccapricciante confessione di David Dean Smith, 51 anni, del Michigan che sostiene di avere voluto intenzionalmente diffondere la malattia. I legali puntano sull'infermità mentale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1577 0

Questa è probabilmente una delle notizie più raccapriccianti degli ultimi mesi. Un uomo sieropositivo del Michigan si è costituito alle autorità raccontando di aver fatto sesso con 3.000 uomini e donne e, stando al rapporto della polizia, "tentando intenzionalemente di diffondere la malattia per uccidere le persone".
Al momento, David Dean Smith, 51 anni, è stato accusato in due procedimenti di avere penetrato partner che non sapevano che fosse sieropositivo. Una donna, che ha incontrato Smith su Yahoo! Personals, ha raccontato all’emittente MSNBC che Smith è un sociopatico e un predatore. "Colpisce i giovani – ha raccontato la donna – da quello che ne so, anche uomini".

Al momento non è chiaro se i legali di Smith tenteranno la strategia dell’infermità mentale, ma la penetrazione sessuale con HIV è considerata un crimine nel Michigan e Smith è stato ricoverato più volte in un ospedale psichiatrico per aver tentato il suicidio.
L’avvocato Richard Zambon ha spiegato alla stessa rete televisiva che "esaminerà tutte le opzioni" per difendere il suo cliente: "Sono preoccupato per la sua malattia mentale" ha dichiarato il legale.
Ci sono delle possibilità, ma soprattutto la speranza, che Smith abbia enfatizzato il numero di partner che ha avuto con l’intento di diffondere l’HIV.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...