Spagna: corsa al matrimonio gay, prima delle elezioni

di

Con i sondaggi che danno come favorito il candidato del Partito Popolare, da sempre contrario alle nozze gay, la Spagna sta vivendo un'ondata di matrimoni nel timore che...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2238 0

Mancano solo due mesi alle elezioni politiche in Spagna, seguite alle dimissioni dell’attuale premier, il socialista Zapatero, dovute alla crisi che sta travolgendo l’intero paese.

E dato che i sondaggi danno per vincente il Partito Popolare, si stanno moltiplicando esponenzionalmente i matrimoni gay. Una vera e propria corsa alle nozze nel terrore che il nuovo governo possa modificare se non abolirel a legge che permette alle persone dello stesso sesso di sposarsi approvata dal primo governo Zapatero.

Il quotidiano francese Le Monde fa notare che quando la legge fu approvata, nel 2005, il Pp non si era limitato a votare contro, ma aveva partecipato alle manifestazioni di protesta ed aveva presentato ricorso presso la Corte Costituzionale che però, a distanza di sei anni, non si è ancoa pronunciata.

Il candidato premier dei popolari, Mariano Rajoy, si è più volte espresso sull’argomento adottando ogni volta posizioni differenti. In una prima dichiarazione dello scorso anno aveva fatto sapere di non condividere l’uso della parola ‘matrimonio’ facendo intendere di volere definire le unioni gay semplicemente come unioni civili. In un secondo momento si era rimesso alla decisione della Corte Costituzionale, mentre qualche mese fa ha annunciato di voler modificare la legge.

Leggi   Angela Ponce, la modella transgender eletta Miss Universo Spagna
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...