Spagna: giudice emette ordine di allontanamento per omofobia

Per la prima volta una sentenza equipara la violenza omofoba a quella di genere. Un gruppo di adolescenti dovrà rispettare la distanza minima dalla casa della vittima e pagargli un’indennizzo.

Un giudice del tribunale di Sabadell, alla periferia di Barcellona, è l’autore del primo ordine spagnolo di allontanamento per omofobia. L’ordinanza vieta ad un gruppo di ragazzi di avvicinarsi a più di 300 metri dalla casa di un coetaneo più volte vittima di aggressioni, insulti e minacce da parte dei condannati.

La sentenza emessa dal giudice riconosce che i ragazzi, tutti di età compresa tra i 16 e 18 anni, sono colpevoli fra l’altro del reato di vessazione con aggravante per abuso di superiorità e con movente omofobo. Inoltre, i giovani sono stati tutti condannati a pagare un indennizzo al ragazzo. E’ la prima volta che la sentenza di un giudice mette sullo stesso piano la violenza di genere con quella omofoba.

Ti suggeriamo anche  Coppie gay pestate per un bacio e un abbraccio in strada: allarme omofobia a Parigi