Spagna: il prete gay non demorde

José Mantero, divenuto una celebrità dopo il suo coming out, lancia una campagna contro il celibato nella Chiesa.

Jose Mantero, il primo prete a dichiararsi gay in Spagna, non è stato ridotto al silenzio. Mantero, che è stato sospeso dalle funzioni di parroco di una piccola città del sud-est della Spagna dopo la intervista-rivelazione sul mensile gay Zero, ha detto martedì di voler aprire un dibattito sul celibato nella chiesa.

«Continuerò a combattere perché ora sarebbe assurdo non farlo… il dibattito è arrivato a un punto estremo ed è indispensabile alimentare il fuoco» ha detto.

Mantero è diventato una celebrità dal momento in cui è apparso l’articolo. «Abbiamo ricevuto 1.500 emails da preti e altre persone della comunità religiosa in due settimane, più circa 200 lettere, e continuano ad arrivare messaggi» ha riferito Miguel Angel Lopez, direttore di Zero. «Una delle ragioni è che c’è scarsezza di preti che rispettino il celibato».

Mantero ha trovato supporto tra molti dei suoi parrocchiani nella cittadina di Valverde del Camino. Pochi sembrano interessarsi della sua sessualità. Mantero considera questo una prova che le attitudini sociali stanno cambiando più velocemente di quelle della Chiesa.

Ti suggeriamo anche  10 consigli per una matricola gay su come affrontare l'università