Strasburgo alla Grecia: “Estendete le unioni civili ai gay”

di

La Corte Europea dei Diritti Umani ha emesso una sentenza con cui dichiara discriminatoria la legge greca che prevede le unioni civili solo per le coppie eterosessuali. La...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4157 0

La Grecia non potrà più escludere le coppie gay dall’istituto delle Unioni Civili. A stabilirlo è una sentenza della Corte Europea dei Diritti Umani che in una sentenza ha dichiarato discriminatoria la legge greca che, dal 2008, consente solo alle coppie eterosessuali di scegliere l’unione civile invece del matrimonio.
La Corte non ha mancato di sottolineare la Convenzione Europea dei Diritti Umani contempla un ampio riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso.
La sentenza nasce dall’iniziativa di un attivista greco, Grigoris Valliantos che ha portato il caso suo e del suo compagno davanti al tribunale europeo appellandosi contro la legge di Atene.

“La sentenza è una piccola rivoluzione – ha commentato Valliantos -. La Grecia ha finalmente perso la causa e il governo è costretto a diventare europeo”.
Il ministro della Giustizia di Atene ha fatto sapere che studierà la sentenza, ma se la Grecia dovesse disattendere le indicazioni della corte, non sarebbe il primo caso. Mosca, che più volte è stata ripresa in questo senso, ha ignorato le indicazioni del tribunale pur essendovi soggetta.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...