Susan Sarandon contro la docente omofoba: “Rendete la vita difficile”

La docente di religione del nipote gay scrive un messaggio omofobo. Lei risponde così.

Susan Sarandon, nota attrice e vincitrice di Oscar, ha risposto per le rime all’ex docente di religione di suo nipote che ha pubblicato un post omofobo su Facebook.

Insegnante presso la Immaculata High School del New Jersey, Patricia Jannuzzi ha scritto che “l’agenda gay” porterà la civiltà occidentale verso “una lenta estinzione”.

“Abbiamo bisogno di famiglie sane – ha scritto l’insegnante – con un padre e una madre per il bene dei bambini e dell’umanità!”.

Jannuzzi ha scritto il commento in rispsota ad un invito di Dan Savage (il papà del progetto “It gets better”) a Ben Carson di dimostrare che essere gay è una scelta. Il post, in cui Savage usava un linguaggio piuttosto esplicito, è stato cancellato, ma come spesso succede in questi casi, qualcuno ne aveva già fatto uno screenshot e lo aveva condiviso su Twitter.

A quel punto, Susan Sarandon ha condiviso un messaggio scritto dal nipote, Scott Lyon, alla professoressa.

“Sono molto orgogliosa di mio nipote Scott e del dialogo che ha iniziato – ha scritto l’attrice -. Ha risposto ad una sua professoressa del liceo che ancora crede che l’omosessualità è un comportamento che si apprende. Il liceo è già un periodo difficile, gli studenti non hanno bisogno di docenti che lo rendano ancora più difficile”.

Ti suggeriamo anche  Torta nuziale negata a coppia gay: entro giugno la sentenza della Corte Suprema

La cosa non è passata inosservata alla preside della scuola Jean Kline che ha fatto sapere che “la scuola valuterà molto seriamente la cosa”.

“Vogliamo creare un ambiente scolastico che promuova il rispetto reciproco e fornisca un programma accademico stimolante – ha dichiarato la preside -, radicato nel messaggio del Vangelo di Gesù Cristo”.

La scuola ha poi ordinato alla professoressa Jannuzzi di chiudere la sua pagina Facebook.

Qui potete leggere la lettera di Scott alla professoressa.