Taiwan, pochi giorni al referendum sul matrimonio egualitario – in 100.000 in piazza

di

3 giorni ancora, e Taiwan potrebbe fare la storia dell'Asia.

CONDIVIDI
101 Condivisioni Facebook 101 Twitter Google WhatsApp
735 1

Tre giorni ancora e a Taiwan si terrà il referendum sul matrimonio egualitario, reso possibile da una sentenza favorevole  da parte della Corte Costituzionale.

Nell’attesa circa 100.000 persone hanno partecipato ad una manifestazione a favore delle nozze gay, avvenuta il 18 novembre vicino al palazzo presidenziale nella città di Taipei.

L’evento è stato organizzato dalla Taiwan Gender Equality Education Coalition, che ha invitato le persone a “proteggere ogni famiglia e a garantire che siano tutte rispettate allo stesso modo”.

“Questo è un momento cruciale per l’uguaglianza nella regione, dato che Taiwan è destinata a diventare il primo Paese in Asia a riconoscere l’uguaglianza dei matrimoni”, hanno tuonato dal palco. Lo scorso 29 ottobre in 130.000 parteciparono al Pride.

Sulla scheda elettorale del 24 novembre i cittadini di Taiwan troveranno nove quesiti referendari, cinque dei quali riguarderanno i diritti LGBT +.

Le persone LGBT + sono incoraggiate a votare “no” alle proposizioni 10, 12 e 11, che vogliono vietare il matrimonio tra persone dello stesso sesso, segregare le unioni omosessuali e limitare “l’istruzione relativa alla storia omosessuale” nelle scuole. Gli attivisti hanno invece invitato gli alleati LGBT + a votare “sì” alle proposizioni 14 e 15, che cercano di “garantire i diritti delle coppie dello stesso sesso a sposarsi” e a salvaguardare lo status dell’istruzione sessuale LGBT inclusive.

3 giorni ancora, e Taiwan potrebbe fare la storia dell’Asia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...