I racconti di San Francisco, Netflix riavvia la serie tratta dal celebre romanzo LGBT

Ellen Page affiancherà Laura Linney nel reboot Netflix di Tales of the City, adattamento tv del celebre romanzo LGBT di Armistead Maupin.

I racconti di San Francisco di Armistead Maupin è considerato da molti uno dei capolavori della letteratura LGBT degli ultimi 40 anni.

Pubblicato nel lontano 1978, e seguito nei successivi 4 anni da Nuovi racconti di San Francisco e Ritorno a San Francisco, Tales of the City diventerà serie Netflix dopo le precedenti esperienze televisive degli anni ’90. Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, I racconti di San Francisco sarà sviluppata attraverso 10 episodi, con riprese imminenti e release nel 2019. Protagonista negli abiti di Mary Ann Singleton Laura Linney, che torna a San Francisco dall’ex marito Brian e la figlia, interpretata dall’ex Juno Ellen Page, lesbica dichiarata da tempo nonché moglie di Emma Portner.

Mary Ann aveva lasciato la famiglia e una vita noiosa per trasferirsi nella città più vitale e gaudente d’America, trovando casa nel condominio al numero 28 di Barbary Lane. Eravamo nella San Francisco del 1978. Qui, sotto l’ala protettiva della signora Madrigal, infaticabile padrona di casa e coltivatrice di marijuana in cortile, la Singleton viveva, si agitava fra jet set e bassifondi, infrangeva le barriere sociali e sessuali, amava, si struggeva e faceva di tutto per godersi la vita. 20 anni dopo, adulta e in crisi di mezza età, Mary Ann torna da quella famiglia che aveva abbandonato per dedicarsi alla propria carriera.

Ti suggeriamo anche  Sam Smith e Brandon Flynn della serie Tredici sono una coppia

A sceneggiare i 10 episodi Lauren Morelli, vista all’opera con Orange is the New Black. Laura Linney, Olympia Dukakis e Barbara Garrick sono state Mary Ann, Anna e DeDe nei 3 adattamenti televisivi del 1993, 1998 e 2001, che in Italia non sono purtroppo mai arrivati. Netflix, di fatto, rilancerà il franchise LGBT proponendolo ad una nuova generazione. Armistead Maupin si è detto felicissimo del riavvio: “Non potrei essere più entusiasta di questa nuova incarnazione di Tales”. “È ambientata nella San Francisco di oggi, con tutte le gioie e le complicazioni che potrebbero esserci nelle vite dei residenti del 28 di Barbary Lane. Gli inquilini della Sig.ra Madrigal, sia vecchi che nuovi, saranno invischiati in deliziose nuove avventure e opportunità sentimentali in continua evoluzione“.