Tanti Auguri Arisa: i suoi 5 momenti LGBT più memorabili

Una delle artiste più spontanee, vere ed una delle più belle voci del panorama musicale italiano attuale, compie 37 anni e noi la festeggiamo così.

Arisa è sicuramente una delle artiste più spontanee e vere del panorama musicale italiano attuale, con una voce limpida e potente ed un’evoluzione artistica e scenica rara e molto interessante.

Dagli occhialoni neri e il look da nerd con il quale ha colpito tutti vincendo Sanremo Giovani nel 2009 con la sua “Sincerità” (che oltre ad essere una canzone è anche la sua più grande qualità) è passata via via ad un look più sfrontato, sicuro e sensuale.

Una nuova immagine che, come attesta “Mi Sento Bene”, brano che ha portato al Festival di Sanremo 2019, è un punto di partenza per “Una Nuova Rosalba in Città” (il suo vero nome è Rosalba Pippa), il sesto album di studio della talentuosa cantante genovese.

arisa_2016

Arisa, specie dalla sua partecipazione a Sanremo 2012 con la meravigliosa “La Notte” (seconda classificata), diventa sempre più sincera, sfrontata, “televisiva” ed incontenibile, e anche per tutto questo, oltre che per la sua musica, si è ritagliata una bella fetta di fans nella comunità LGBT+.

Una personalità tanto spumeggiante quanto delicata ed intimistica, irrefrenabile, anche quando sa che non dovrebbe parlare, ma piena di cose da dire e di emozioni pure. Come non amarla?

Per festeggiare il suo 37esimo compleanno, che cade proprio oggi, noi di Gay.It abbiamo deciso di selezionare per voi i  5 momenti LGBT più memorabili di Arisa.

Ti suggeriamo anche  Scuola di omofobia: se anche i prof usano gay come insulto

5) IL SUPPORTO DI ARISA AL PRIDE

Milano Pride 2019: sostegno da Arisa e da X Factor versione “arcobaleno”

4) ‘GLI AMANTI SONO PAZZI’ E ‘MINIDONNA’

Nel suo più recente album “Una Nuova Rosalba In Città”, Arisa ha inserito due brani direttamente connessi con la comunità LGBT+.

Gli amanti sono pazzi“ parla di una ragazza che si innamora della fidanzata dell’ex.

Siamo tutti uguali, dobbiamo accettare le disuguaglianze e accogliere tutti. Adesso la gente si inventerà storie, ma io mi innamoro platonicamente ogni giorno“.

“Minidonna”, invece, è ispirato ai primi anni di vita a Milano della cantante, quando lavorava in un bar.

In quelle sere, Arisa si intratteneva spesso con una ragazza transessuale che si faceva chiamare Tina.

3) SUPPORTO DELLE UNIONI CIVILI A SANREMO 2016

https://youtu.be/NGFMmfh089E

Durante Sanremo 2016, che fu interamente coperto da Gay.It serata per serata, la maggioranza dei cantanti in gara si è esibito con il proprio brano portando sul palco un fiocco rainbow in supporto dell’approvazione delle unioni civili in Italia.

Arisa era fra di loro.

2) PROPOSTA DI MATRIMONIO GAY

In una tappa del suo ultimo tour, a Milano, Arisa ha lasciato il palcoscenico ad un suo storico fan, che le ha chiesto di poter chiedere la mano al suo fidanzato.

Ti suggeriamo anche  Candidate transgender nelle quote rosa: 300 iscritte lasciano i Labour

Tra baci appassionati e lacrime di commozione, Arisa ha dedicato ai due innamorati “Meraviglioso amore mio”, uno dei suoi singoli di maggior successo, che è anche la loro canzone d’amore.

1) ARISA BISESSUALE?

Arisa, si torna a parlare del suo orientamento sessuale: ‘ho trovato donne molto più interessanti degli uomini’