Tel Aviv: in migliaia al Pride, il sindaco: “Orgoglioso”

di

L'ormai tradizionale parata dell'orgoglio gay ha visto nella cpaitale isrealiana migliaia di partecipanti che si sono poi ritrovati in spiaggia. Il sindaco: "Felice che Tel Aviv sia meta...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2372 0

Decine di migliaia di israeliani e di stranieri si sono affollati nel centro di Tel Aviv per partecipare alla annuale Gay Pride Parade, al termine della quale è stato organizzato, come è ormai consuetudine, un concerto in riva al mare. Alla manifestazione c’erano fra gli altri la leader della opposizione Tzipi Livni (Kadima) e il parlamentare Nitzan Horowitz (del partito Meretz, sinistra sionista). Il sindaco Ron Hulday (laburista) ha espresso la sua soddisfazione per il fatto che Tel Aviv  sia stata scelta di recente come una tra le mete preferite dal turismo lgbt ‘gay’ al mondo.

"Da parte mia – ha aggiunto il primo cittadino -, viene fatto il possibile per offrire ai cittadini e agli ospiti una città tollerante, liberale e libera, dove ciascuno può sentirsi ‘gay’ senza essere molestato". "Nell’ultimo decennio – ha osservato il sindaco – la comunità omosessuale ha compiuto importanti progressi. Fra questi la apertura di un importante centro sociale nel centro di Tel Aviv. Ma molto deve essere ancora fatto per raggiungere la eguaglianza vera".

Il Pride è stato anche l’occasione per ricordare l’attacco al piccolo club gay in cui dua anni fa persero la vita due ragazzi e altri rimasero feriti.

L’autore dell’attentato non è mai stato identificato, mentre durante il Pride ai partecipanti, sono stati chiesti contributi per aiutare le famiglie delle vittime. Particolarmente folta la presenza di persone giunte dall’estero per partecipare alla settimana di eventi organizzati a margine del pride stesso. Per loro il municipio ha pubblicato messaggi di benvenuto in inglese e in tedesco. Secondo il quotidiano Haaretz, da Barcellona è giunta una delegazione di gay per sostenere i gli israeliani, rimasti feriti un anno fa quando Madrid chiese alla delegazione di Israele di non partecipare all’Europride in programma nella cpaitale spagnola "per motivi di sicurezza" legati a pressioni esercitate da gruppi filo-palestinesi.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...