Texas, primo Sindaco gay per lo Stato storicamente repubblicano

Bruno Lozano eletto primo cittadino di Del Rio, in Texas. Finalmente un sindaco gay nella roccaforte repubblicana.

Negli ultimi 50 anni il Texas ha sempre votato Repubblicano, alle presidenziali, diventando di fatto uno degli Stati d’America più conservatori.

Una vera e propria roccaforte per il partito di ‘centrodestra’, nelle ultime ore andato incontro ad un’inattesa novità. Sabato scorso Del Rio, capoluogo della contea di Val Verde con poco meno di 40.000 abitanti, ha infatti eletto Bruno ‘Ralphy’ Lozano, veterano dell’Air Force, come nuovo sindaco con il 62 per cento dei voti. Lozano, 35 anni, non è solo il più giovane sindaco storia della città ma anche il primo ufficiale eletto apertamente gay dello Stato. Prima di lui solo Annise Parker, nel 2009, riuscì a conquistare lo scettro di prima sindaca lesbica del Texas, conquistando Houston. Lozano ha prestato servizio come agente di sicurezza nell’Air Force durante il periodo del ‘don’t ask, don’t tell’, voluto da Bill Clinton e abrogato da Barack Obama. All’epoca le persone LGBT erano ammesse nell’esercito, ma dovevano tacere e vivere in silenzio la propria omosessualità.

“Non mi vergogno di chi sono, quindi ho scelto di non farne più parte. Sono andato avanti con la mia vita”.

Dopo aver lasciato l’Air Force, Lozano è diventato un attivista ed ora, da Sindaco, sogna un Texas più aperto nei confronti della comunità LGBT.

Ti suggeriamo anche  Texas, miliardi di dollari buttati a causa delle leggi omofobe

Negli anni ’90 e ‘2000 le persone LGBT hanno iniziato a trasferirsi in zone più sicure, come Lakeview a Chicago, Chelsea a New York o Castro a San Francisco. Ma ora hanno iniziato a tornare nelle nostre comunità, a farne parte. Penso che questa sia un’incredibile opportunità per dimostrare a tutti che siamo uguali“.

L’8 novembre del 2005 il Texas divenne il diciannovesimo Stato ad adottare una legge costituzionale che vietava il matrimonio gay, approvata con una schiacciante maggioranza (76,25% dei voti). Alle elezioni presidenziali del 2016 Donald Trump ha preso il 52,6% dei consensi, con 4.681.590 voti ‘texani’.