Tom Payne, youtuber picchiato perché gay

di

Pestaggio omofobo nel cuore di Londra.

CONDIVIDI
55 Condivisioni Facebook 55 Twitter Google WhatsApp
1193 1

Il 25enne Tom Payne e il coinquilino Luke Marsh sono andati al G-A-Y, noto locale londinese, nel fine settimana.

Qui i due hanno incontrato Sean, turista australiano che quella sera festeggiava 26 anni, e tutti insieme sono andati a mangiare del pollo in un locale, sulla strada del ritorno che li avrebbe portati a casa di Tom & Luke. Ed è qui che l’omofobia si è fatta spazio, come raccontato da Payne, youtuber, alla stampa.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Eravamo solo noi tre”. “Si può dire che sono visibilmente un omosessuale, era ovvio che noi tre non fossimo i tipici maschi alfa eterosessuali, e questo mi faceva sentire un bersaglio. Abbiamo ordinato del cibo, Sean mi ha baciato sulla guancia e improvvisamente abbiamo iniziato a ricevere questi commenti omofobi da alcuni uomini“.

A quel punto Tom, Luke e Sean hanno deciso di andarsene, per evitare spiacevoli sorprese, ma fuori dal locale due uomini hanno attaccato l’australiano da dietro, dandogli un pugno in faccia. Il ragazzo ha perso conoscenza, con Tom e Luke che hanno provato a reagire, senza però avere la meglio. Payne è stato infatti investito da due pugni sul volto, con un occhio nero a testimoniare quanto accaduto. La polizia e un’ambulanza sono arrivate poco dopo, portando Sean in ospedale. Spero solo che un giorno scelgano la persona sbagliata“, ha commentato il ragazzo. “Mi auguro che ottengano la loro punizione e che sia fatta giustizia“.

Scotland Yard sta indagando sul crimine, ma finora non ci sono stati arresti. Il proprietario del locale ha invece dichiarato che le telecamere di sicurezza, presenti sul posto, proprio quella sera non hanno funzionatoe.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...