Tommaso Cerno, ex dirigente Arcigay, è il nuovo direttore dell’Espresso

di

Cambio di direzione per L'Espresso, a Luigi Vicinanza subentra un volto noto per la comunità LGBT italiana. Tommaso Cerno lascia la direzione del Messaggero Veneto e approda alla...

CONDIVIDI
627 Condivisioni Facebook 627 Twitter Google WhatsApp
14437 3

Dopo due anni Luigi Vicinanza lascia la direzione dell’Espresso dove verrà sostituito da Tommaso Cerno. Cerno, 40 anni, è un volto familiare per la comunità LGBT: impegnato nella battaglia per i diritti civili delle persone omosessuali, nel 1997, da dirigente nazionale dell’Arcigay, è stato fra i promotori del Gay Pride di Venezia. Anche da giornalista ha svolto inchieste su diritti civili e discriminazioni in Italia. Come opinionista è stato ospite molte volte di trasmissioni tv sulle reti Rai, Mediaset, La7 e Sky.

A partire dal 1993 si è occupato di politica. È autore di inchieste sul Nord-Est a sfondo politico, economico e sociale. Negli ultimi due anni è stato direttore del Messaggero Veneto, quotidiano di Udine e del Friuli dove ha iniziato la sua carriera giornalistica.

Per Cerno si tratta di un ritorno al settimanale del Gruppo Editoriale Espresso, di cui era già collaboratore a partire dal 2009, diventandone successivamente vice caporedattore all’Attualità e restando nel novero delle firme anche dopo la sua nomina a direttore del Messaggero Veneto.

Luigi Vicinanza, fa sapere la società editoriale, “continuerà il suo lavoro nel gruppo con l’incarico di studiare e approfondire nuovi futuri progetti editoriali” e “proseguirà inoltre a scrivere sulle testate del gruppo”.

Leggi   Puglia, le associazioni LGBT denunciano: legge contro l'omofobia bloccata in regione
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...