Torino: al Pride anche la vedova di Nassiriya Adele Parrillo

Sabato 30 giugno in Piazza Castello la giornata dell’orgoglio lgbt. La vedova di Nassiriya Adele Parrillo presenterà il suo libro ‘Nemmeno il dolore’ e non mancherà una ‘biblioteca vivente’ queer.

TORINO – Si svolgerà sabato 30 giugno dalle 16.00, nella centralissima Piazza Castello, il Torino Pride 2007. Una mezza giornata di cultura, spettacolo, politica e arte presentata da Marina Paganotto di Radio Flash per celebrare l’orgoglio lgbt all’insegna di ‘Parità, Dignità, Laicità’.

"La particolarità del Torino Pride 2006 è stata la grande partecipazione della città e quello di quest’anno sarà un suo precipitato" spiega Roberta Padovano del Comitato Torino Pride. "C’è stato un massiccio coinvolgimento dell’associazionismo, ricco di differenze. Vogliamo ricordare a Veltroni che Torino non è solo la città di Matteo ma è la città dove è nato il movimento omosessuale e che ha regalato un momento di straordinaria civiltà, ossia il Pride dello scorso anno. Chiediamo alle istituzioni di guardarla nella sua interezza e di dare segnali concreti".

"Attraverso il documento politico stilato col coordinamento Pride abbiamo voluto proseguire idealmente il percorso unitario che ha portato a celebrare la manifestazione di Piazza San Giovanni" spiega Antonio Soggia, presidente del comitato provinciale di Arcigay. "Vogliamo denunciare la violenza con la quale il movimento è stato attaccato in questi mesi dalle gerarchie vaticane e l’eccessiva freddezza con cui la classe dirigente ha reagito a questi attacchi dietro ai quali c’è una lesione della dignità che colpisce milioni di uomini e donne in questo paese. Il caso di Matteo ha rilanciato con forza la necessità di proseguire nel cammino per la promozione di una cultura del rispetto e della diversità nelle scuole tra i ragazzi e gli operatori. Chiediamo alla Regione di approvare rapidamente il pacchetto delle norme antidiscriminatorie. In piazza con noi ci sarà anche Adele Parrillo, vicepresidente della ‘Linfa’ (Lega Italiana Nuove Famiglie, un’associazione generalista che si occupa di tutte le famiglie, ndr) e compagna del regista Stefano Rolla deceduto a Nassiriya. Presenterà il libro ‘Nemmeno il dolore’ per raccontare come questo suo amore sia stato negato in Italia dopo essere morto".

Ti suggeriamo anche  Chiamami col tuo nome, Armie Hammer esprime dubbi sul sequel

Valeria Santostefano del comitato ‘All Different All Equal’ ha quindi introdotto ‘La Biblioteca Vivente’: "È un’anteprima nazionale presentata per la prima volta in Danimarca nel 2000: una vera e propria biblioteca aperta da mezzogiorno in cui i libri non sono testi scritti ma una quindicina di persone che vivono una qualche forma di pregiudizio e hanno voglia di raccontare la propria esperienza di vita".

Sarà presentato anche il catalogo della mostra ‘Stop Aids‘ tenutasi a dicembre alla Cavallerizza.

Gianni Garbarini, dell’assessorato alle Pari Opportunità, ha evidenziato "la necessità che, nell’anno europeo delle Pari Opportunità, la lotta contro ogni discriminazione sia effettivamente parte di una stessa identica lotta comune. Dal movimento lgbt dobbiamo imparare questo discorso sulla ricerca d’identità sessuale ma non solo: tutta la nostra vita è una continua ricerca d’identità e di ridefinizione di noi stessi. Le tre istituzioni del territorio saranno in piazza sabato 30 giugno".

Lucia Ugo dell’Agedo, Associazione dei Genitori Omosessuali, ha infine ricordato che "nello stand dell’Agedo ci saranno tre sociologhe dell’Università che stanno conducendo la ricerca ‘Family Matters’ attraverso un questionario per dare voce alle difficoltà delle famiglie dopo il coming out".

(RS)