Torino: fermato sospetto assassino dell’impiegato

di

Un giovane romeno è stato fermato in quanto sospettato dell’omicidio di Calogero La Delfa, l’impiegato trovato morto durante il week end pasquale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
932 0

TORINO – Potrebbe essere già stato risolto il giallo riguardante l’omicidio di Calogero La Delfa, il 61enne il cui cadavere è stato rinvenuto la mattina di domenica in un monolocale nella zona della Crocetta, area bene del capoluogo piemontese. Gli inquirenti sospettano un giovane cittadino romeno con cui la vittima si vedeva già da un certo tempo. L’uomo era noto alla polizia, per vicende legate a piccoli furti ed è già in stato di fermo.
Calogero La Delfa, originario della provincia di Enna e che lavorava come impiegato alla Direzione provinciale dell’Ufficio del Lavoro, a detta di amici e conoscenti era una persona cordiale e discreta e che pare frequentasse quei ragazzi, principalmente provenienti dai paesi dell’est, che sono disponibili come accompagnatori nella zona di Porta Nuova. Il corpo è stato trovato nudo e con le mani legate dietro la schiena e, dal momento che gli inquirenti hanno scartato sin dall’inizio l’ipotesi dell’aggressione a scopo di rapina, la morte potrebbe essere conseguenza di un gioco erotico tra i due sfuggito al controllo, complice l’alcool, e finito male. (RT)

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...